Corso WordPress

Scegliere un nome dominio

Il primo passo del tuo progetto web è scegliere il nome del sito.

Il nome dominio per l’esattezza, per intenderci è quello che viene inserito nella barra del browser per accedere alle pagine del tuo sito.

Se hai già un’azienda la scelta è semplice e veloce, altrimenti mettiti seduto a tavolino perché è il momento di essere creativi.

Il secondo è quello di scegliere dove ospitare i file del tuo sito, il database, le email ecc...

Questo servizio si chiama Hosting e consiste nell’affittare un server, ovvero un computer online, 24 ore su 24, dentro al quale avremo tutte le parti che compongono il nostro sito web.

Appena un utente ne richiederà una pagina, sarà proprio lui, il nostro server, ad inviarla direttamente nel suo browser.

In questa lezione ti forniremo tutti gli spunti necessari per scegliere correttamente il nome dominio perfetto per il tuo progetto.

Se possiedi già un dominio, allora puoi passare alla prossima lezione, nel caso contrario, ecco di seguito le linee guida per la scelta del dominio.

Il nome dominio è composto da più parti.

Abbiamo il nome e il TLD.

TLD sta per top level domain e, senza entrare in argomenti tecnici, il tld è il .com il .net il .org, .it e via dicendo.

Il nome, invece, è quello che dovrai scegliere con cura e attenzione, perché rappresenta il tuo brand, quello per cui sarai conosciuto nella rete.

Ci sono diversi aspetti da tenere in considerazione per la scelta del nome del tuo sito.

Il primo suggerimento che ti diamo è che ti deve piacere!

Devi esserne entusiasta perché stiamo parlando della tua creazione con cui lavorerai per lungo tempo.

Cerca quindi un nome che sia facile da ricordare, che rimanga nella mente dei tuoi utenti esattamente come un’azienda che decide il nome del suo brand.

Pensa semplicemente se la Nike si fosse chiamata “attrezzature sportive per il tempo libero”. Come puoi intuire non è un brand, ma una piatta descrizione di prodotto.

Il nome, per rimanere impresso nella memoria, non deve essere troppo lungo e complicato.

In passato per avere dei benefici nel posizionamento sui motori di ricerca, si vedevano nomi dominio esageratamente lunghi composti da più parole chiave.

Questo ai giorni nostri, non è più raccomandabile.

Potrai si utilizzare la tua parola chiave principale, se lo ritieni opportuno, ma in modo creativo.

Devi inventare un nome che funzioni anche a livello di marketing.

Rendi il passaparola facile. Rifletti se il nome che stai valutando sia difficile da pronunciare, da scrivere o se necessita di spelling per essere compreso.

Un utile test è la prova telefono. Chiama un tuo amico da cellulare e digli il nome dominio che stai valutando.

Se lo capisce al volo sei sulla strada giusta. Se invece ti dovesse chiedere “puoi ripetere per favore? Come si scrive? O lo senti titubante, allora è troppo complicato.

Passiamo ora alla scelta del TLD.

Un tempo eravamo soliti sentire sempre gli stessi TLD, ovvero .com, .net, .org e quelli geografici come il .it.

Con il tempo, però, se ne stanno aggiungendo sempre di nuovi, passando dal .biz per arrivare agli ultimi usciti, come gli stravaganti .shoes, .bike, .today ed altri.

Il consiglio che ti diamo però, è di rimanere su quelli tradizionali.

È ancora troppo presto, infatti, per proporre al pubblico qualcosa che non conosce bene.

La scelta del TLD dipende da diversi fattori.

Se il tuo sito sarà in italiano ed avrà un pubblico di italiani, allora il .it potrebbe essere la decisione giusta, ma nulla ti vieta di scegliere il più classico .com, soprattutto se hai in previsione di ottenere un’audience anche straniera.

Vista la moltitudine di nomi dominio già acquistati, non è detto che quello che sceglierai sarà disponibile, o magari lo è, ma con un tld differente.

Quindi a volte, la scelta finale potrebbe essere un compromesso a seconda della disponibilità.

Nella prossima lezione di mostrerò il procedimento per verificare la disponibilità del nome e assicurati il dominio perfetto per il tuo sito web.

Ciao, hai una domanda su questa lezione?

Iscriviti al sito o effettua il login


  1. Riccardo
    Riccardo dice:

    Ciao Gianluca,
    La parola chiave più cercata su google del mio settore è Impresa di pulizie Roma.
    Io e il mio team abbiamo deciso il seguente dominio: impresadipulizieromaservice.it
    è troppo lungo?
    Noi come azienda ci chiamiamo Speedy Service
    Cosa ne pensi?

    Rispondi
    • Lorenzo
      Lorenzo dice:

      Ciao Riccaordo,
      come diciamo nel video noi consigliamo di puntare sul nome del brand piuttosto che sulle keyword messe nel titolo del dominio. Non è più un fattore di ranking così rilevante. Molto più importante saranno i contenuti del sito per la qualità che darete agli utenti.

      Buona giornata

  2. GIOVANNI
    GIOVANNI dice:

    ciao Gianluca,
    ho acquistato WordPress 360. e adesso devo scegliere il nome dominio e l’Hosting StartUp.
    Mi chiedo
    se dovessi scegliere in seguito il piano GrowBig per gestire più siti, posso farlo in automatico e quindi il nuovo piano comprenderà anche ciò che ho già creato con StarUp???
    oppure…cosa mi consigli
    Grazie
    Giovanni

    Rispondi
    • Lorenzo
      Lorenzo dice:

      Ciao Giovanni,
      si esatto, il nuovo piano comprenderà anche quello che hai creato con il piano precedente.
      Se hai domande spcifiche prova direttamente la qualità di Siteground. Clicca qui e premi “chat” in alto a destra.
      Avrai un operatora a tua disposizione che ti guiderà nei passaggi che necessiti.

      Buona giornata

  3. michelaceleghin12
    michelaceleghin12 dice:

    Quindi se io acquisto un GrowBig posso inserire più di un sito anche già esistenti e saranno tutti gratuiti?
    se ho già un dominio che ho già pagato e lo trasferisco ( gratuitamente) poi come faccio a sapere che costo mi avrà nei prossimi anni?

    Rispondi
    • Gianluca
      Gianluca dice:

      Ciao Michela, è esatto.

      Con il piano GrowBig puoi gestire più di un sito nello stesso spazio.

      L’unica cosa che dovrai pagare ogni anno (oltre al costo del piano ovviamente), è il costo per la registrazione dei singoli domini, che vengono 11.95€ l’uno.

      Buona giornata

    • Lorenzo
      Lorenzo dice:

      Ciao Piero,
      il www non fa parte del tuo nome dominio.
      Per esempio se compri superpiero.it potrai successivamente decidere la URL se essere wwwsuperpiero.it o superpiero.it.
      Lo sceglierai in fase di installazione di WordPress.

      Prima tutti i siti erano con la versione www, ma ad oggi questo non si usa più.
      Quindi quando installerai il tuo sito ti consiglio di scegliere la versione senza www.

      Buona giornata

Ti serve assistenza personalizzata?

Ti serve assistenza personalizzata?

Per realizzare il tuo progetto o per risolvere qualsiasi problematica, rivolgiti al nostro Team di professionisti.

You have Successfully Subscribed!

Pin It on Pinterest