Corso SEO & Motori di Ricerca

Diverse tipologie di contenuto

Lo scopo di questa lezione è di elencare i diversi tipi di contenuti e formati di contenuti che possiamo utilizzare sul nostro sito per presentare le nostre informazioni sia agli utenti che ai motori di ricerca. Chiaramente il tipo di contenuto più popolare sul web è il testo.

Se stai usando WordPress per creare e gestire il tuo sito web vedrai come grazie al suo editor, ai temi avanzati e ai plugin puoi utilizzare tantissime tipologie di contenuto e formati differenti.

Quello che conta è che comprendi l'importanza di presentare le informazioni sulle pagine del tuo sito web in maniera chiara e ben distinta facendo uso di tutti gli elementi a disposizione.

È vero che dobbiamo scalare i motori di ricerca ma se i contenuti delle nostre pagine non sono ben presentati anche i motori di ricerca se ne accorgeranno e terranno questo punto sfavorevole in considerazione.

Hai una domanda su questa lezione?

Accedi al video corso


  1. Cristiano
    Cristiano dice:

    ciao, sto ancora cercando di capire la Seo, il plug in Seo by yoast ti suggerisce di inserire un minimo di 4 parole chiave identiche nel testo per avere un buon rendimento in piu sempre uguali nel titolo nel permalink e nel testo meta, nel corso invece dici che devo differenziarle cioè metterle girate o usando sinonimi…
    quindi come devo comportarmi con il plug in? e cosa vuol dire quando mi dice che devo migliorare la leggibilità?
    a volte scrivo articoli di 300 parole appena o meno e me li indicizza in prima pagina e li classifica di buona leggibilità, altri di 500 o 600 parole e sono male indicizzati. dove sbaglio?

    Rispondi
    • Gianluca
      Gianluca dice:

      Ciao Cristiano,
      I suggerimenti che ti fornisce Yoast sono basati esclusivamente sull’analisi dei tuoi contenuti.
      Servono solo per darti indicazioni su come posizionare al meglio una pagina, ma poi è il lavoro umano a fare la differenza.
      Come regola è bene scegliere una sola combinazione di parole (non per forza 4) e fare affidamento su quella inserendola in modo omogeneo nel titolo, nella descrizione e all’interno del testo.

      Ti rimando ad due articoli che ti spiegano meglio questo aspetto.

      Come scrivere articoli Seo Friendly
      Scrivere contenuti “naturali”

      Per quanto riguarda la leggibilità ti posso dire che è un parametro mirato prevalentemente ad aiutare la lettura di un articolo da parte di un utente, ma non influisce particolarmente sul posizionamento.
      Ti indica semplicemente se hai scritto frasi troppo lunghe o se hai scritto troppo testo senza intervallarlo con dei titoli.
      Tienilo quindi in considerazione, ma vedrai che se anche ti viene segnalato con la spia arancione, è molto probabile che il giudizio della pagina complessiva sia in verde.

      Come lunghezza del testo ad esempio, viene suggerito un minimo di 300 parole, ma tutte le indicazioni di google mostrano che gli articoli posizionati in prima pagina hanno un minimo di oltre 1500 parole.

      Detto questo, è anche probabile che si posizionino articoli più corti e, nel tuo caso, non ci sono “errori”. È possibile che per quel post tu abbia scelto delle parole chiave migliori, o che abbia trattato di argomenti più utili per i tuoi utenti.

      Quello che devi fare nel corso del tempo è continuare a fare esperimenti modificando titolo, description, e contenuti, analizzando i dati potrai determinare quale versione della pagina funziona meglio.

      Ti auguro buona giornata

Corso WordPress GRATUITO

INSERISCI NOME E MAIL PER ACCEDERE ALLE PRIME 19 LEZIONI.

Zero spam. Garantito.

Corso Wordpress Gratis

Inizia il Corso di WordPress GRATIS!

Inserisci nome ed email per avere l'accesso gratuito alle prime 19 lezioni del corso. Impara a costruire da solo il tuo sito web!

Ci sei quasi! Ti abbiamo mandato un'email per confermare il tuo indirizzo di posta.

Pin It on Pinterest