Corso Google Analytics

I Filtri e i Segmenti: cosa sono e le differenze

Uno degli aspetti più importanti dei software di analisi è la possibilità che abbiamo di potere analizzare solo su una parte dei dati che riceviamo. Il segreto dell’ottimizzazione del proprio sito, sotto tutti i punti di vista, è proprio questo, ovvero capire cosa sta avvenendo e migliorarlo. Bisogna essere in grado di fare una diagnosi e andare a trovare il punto esatto del problema.

Fino adesso abbiamo visto per ogni utente quante e che tipo di informazioni possiamo avere: gli aspetti che lo riguardano, per esempio i dati demografici, geografici, tecnologici, così come da dove proviene e quello che succede sul nostro sito. Per fare questa diagnosi e scendere sempre più nel dettaglio, verso la conoscenza del nostro traffico, Analytics ci mette a disposizione due strumenti molto potenti: i filtri e i segmenti.

Entrambi hanno un effetto a imbuto, ovvero quello di eliminare i dati che non ci interessano e di mantenere quelli che gli abbiamo richiesto, ma questi due, fra di loro, hanno delle differenze. Nel video vediamo tramite rappresetazione grafica degli esempi che mostrano l'essenza dei segmenti e dei filtri.

Un aspetto molto importante da tenere in mente quando si decide di segmentare o filtrare il traffico è che i segmenti prendono il traffico registrato in Analytics e poi lo segmentano, mentre i filtri, prima lo filtrano e poi vengono registrati i dati in Analytics.

Ciao, hai una domanda su questa lezione?

Iscriviti al sito o effettua il login

Ti serve assistenza personalizzata?

Ti serve assistenza personalizzata?

Per realizzare il tuo progetto o per risolvere qualsiasi problematica, rivolgiti al nostro Team di professionisti.

You have Successfully Subscribed!

Pin It on Pinterest