Corso Google Analytics

I Filtri e i Segmenti: cosa sono e le differenze

Uno degli aspetti più importanti dei software di analisi è la possibilità che abbiamo di potere analizzare solo su una parte dei dati che riceviamo. Il segreto dell’ottimizzazione del proprio sito, sotto tutti i punti di vista, è proprio questo, ovvero capire cosa sta avvenendo e migliorarlo. Bisogna essere in grado di fare una diagnosi e andare a trovare il punto esatto del problema.

Fino adesso abbiamo visto per ogni utente quante e che tipo di informazioni possiamo avere: gli aspetti che lo riguardano, per esempio i dati demografici, geografici, tecnologici, così come da dove proviene e quello che succede sul nostro sito. Per fare questa diagnosi e scendere sempre più nel dettaglio, verso la conoscenza del nostro traffico, Analytics ci mette a disposizione due strumenti molto potenti: i filtri e i segmenti.

Entrambi hanno un effetto a imbuto, ovvero quello di eliminare i dati che non ci interessano e di mantenere quelli che gli abbiamo richiesto, ma questi due, fra di loro, hanno delle differenze. Nel video vediamo tramite rappresetazione grafica degli esempi che mostrano l'essenza dei segmenti e dei filtri.

Un aspetto molto importante da tenere in mente quando si decide di segmentare o filtrare il traffico è che i segmenti prendono il traffico registrato in Analytics e poi lo segmentano, mentre i filtri, prima lo filtrano e poi vengono registrati i dati in Analytics.

Hai una domanda su questa lezione?

Accedi al video corso

Corso WordPress GRATUITO

INSERISCI NOME E MAIL PER ACCEDERE ALLE PRIME 19 LEZIONI.

Zero spam. Garantito.

Corso Wordpress Gratis

Inizia il Corso di WordPress GRATIS!

Inserisci nome ed email per avere l'accesso gratuito alle prime 19 lezioni del corso. Impara a costruire da solo il tuo sito web!

Ci sei quasi! Ti abbiamo mandato un'email per confermare il tuo indirizzo di posta.

Pin It on Pinterest