Corso Google Analytics

Il Codice di Monitoraggio di Analytics

Plugin Analytics di Yoast (ha cambiato nome in MonsterInsights) - Altri plugin per inserire Analytics

Aggiornamento:

Il plugin Analytics di Yoast ha cambiato nome in MonsterInsights. Se premi il link che trovi sotto al video, infatti, vieni mandato su questo nuovo prodotto.

Puoi utilizzare la versione free per la maggior parte delle operazioni base. Se un giorno avrai la necessità di spingerti oltre, allora potrai pensare di prendere la versione pro.

MonsterInsights è fatto molto bene e ti basterà dare un occhiata nelle varie funzioni per capirlo al volo.

Per esempio, il tracking dei dati lo trovi in Impostazioni > Tracking (tab).

Monsterinsights


Come abbiamo visto nella lezione precedente, siamo arrivati ad ottenere il codice javascript, detto Codice di Monitoraggio, da inserire nelle nostre pagine.

Il codice che attualmente usato, è una nuova versione, ovvero analytics.js, chiamata Universal Analytics. Quella precedente, ovvero ga.js è la vecchia versione e Google raccomanda di fare il passaggio e aggiornare tutti i siti con il nuovo codice. Ma questo, per noi che cominciamo ora, non ha importanza, visto che installeremo subito la versione attuale.

Per inserire questo codice all’interno delle pagine, se usiamo un sito creato con un CMS come WordPress, è molto semplice. La maggior parte dei temi riserva all’interno delle loro impostazioni uno spazio dedicato a questo codice o ad altro codice javascript. In linea di massima bisogna sempre cercare nelle impostazioni generali del tema, perché molto probabilmente sono situati in questa sezione.

Oppure come per ogni altra necessità ci sono i Plugin che vengono incontro per darci una mano. Anche qui abbiamo una scelta molto amplia e sarà a noi decidere quale può fare al caso nostro. Nel video mostriamo uno dei più famosi, ovvero Google Analytics by Yoast.

Come ultima spiaggia abbiamo un altro metodo, ma questo è veramente lasciato come ultima possibilità: andare a incollare il codice di monitoraggio direttamente all’interno dei file del tema. Ricordati però una cosa. Se dovessi fare l’aggiornamento del tuo tema, queste impostazioni andranno perse e dovrai rifarle. Inoltre, se sei alle prime armi, ti sconsiglio di andare nell'editor e modificare questi file che potrebbero causare il malfunzionamento di tutto il sito.

Una volta inserito il codice verifichiamo che sia funzionante e questo lo si può fare grazie alla funzione "Tempo Reale" di Analytics.

Ora dobbiamo solo aspettare un paio di giorni per raccogliere i primi dati e poi possiamo incominciare.

Hai una domanda su questa lezione?

Accedi al video corso


  1. EVA
    EVA dice:

    Ciao,
    scusate vedo che nella versione precedente del plugin c’era la possibilità di mettere anonimi gli IP, nella nuova versione del plugin MonsterInsights quale spunta bisogna attivare per questa funzione?
    Grazie.

    Rispondi
    • Lorenzo
      Lorenzo dice:

      Ciao Eva,
      non lo sapevo che avesse cambiato di posizione. Ho quindi cominciato a sfogliare le funzione una per una e ho visto che è in Impostazioni > Tab Tracking > Menu demographics.

      Buona giornata

  2. Maurilio Giuseppe
    Maurilio Giuseppe dice:

    Ciao, dovrei inserire un codice di analytics in tutte le pagine dl un sito in WordPress, ho inserito il Global Site Tag manualmente nel file header.php, senza utilizzare plugin vari, in modo da non appesantire il sito. Così facendo il codice viene ripetuto automaticamente su tutte le pagine.

    Ho però una pagina di ringraziamento che si apre dopo la compilazione di un form nella quale va aggiunto un altro codice di Page Load. Dovendo essere presente nell’head ma visibile solo per questa pagina come faccio?
    Utilizzo il thema Avada

    Rispondi
    • Lorenzo
      Lorenzo dice:

      Ciao Maurilio,
      il tuo procedimento non è proprio quello consigliato.
      Questo perché quando aggiornerai il tema, dovrai ricordarti e reinserire il codice di monitoraggio, in quanto il file header.php verrà anch’esso aggiornato.

      Per inserirlo manualmente dovresti crearti un child theme e inserire il codice nel suo file functions.php (devi però sapere un minimo di programmazione).
      Ecco un esempio di inserimento javascript nelle head:

      function hook_javascript() {
          ?>
              <script>
                  alert('Page is loading...');
              </script>
          <?php
      }
      add_action('wp_head', 'hook_javascript');

      Un metodo veloloce per l’inserimento di codice in pagina singola, invece, prova a mettere il “modulo codice” del builder all’inizio della pagina ed inseriscilo da li.

      Buona giornata

  3. giorgioaugusti
    giorgioaugusti dice:

    Buongiorno,
    ho aggiunto il mio codice di google tag manager sul file Header di wordpress.
    In google tag manager ho aggiunto la funzione di google analytics, ma da qualche giorno quando entro in analytics non riesco a vedere i dati, è come se non aggiorna il traffico.
    Mi potete aiutare????
    Grazie

    Rispondi
    • Gianluca
      Gianluca dice:

      Ciao Giorgio,
      Hai inserito il codice modificando il file header.php?

      Come spiegato nella lezione, sarebbe meglio evitare di modificare i file originali, perché quando aggiorni il tema perdi tutte le impostazioni e le dovresti rifare ogni volta manualmente.

      Cerca come consigliato tra le opzioni del tuo tema se trovi uno spazio dedicato per inserirlo (magari chiedendo anche aiuto agli sviluppatori) e se non dovessi trovarlo è sempre meglio usare un plugin.

      Buona giornata

  4. Valeria Pina
    Valeria Pina dice:

    Ciao Vittorio, ho inserito il codice nello spazio del tema (BeTheme) dedicato al
    Custom JS (non ho trovato uno spazio apposito solo x il codice di Google Analytics.)
    ma dopo aver salvato e navigato un po il sito come dici nel corso, sul pannello Tempo Reale non viene segnalato nessun visitatore presente… quindi presumo che il codice non funzioni o non sia nel posto giusto… (strano perchè ho trovato anche un video che mostra la procedura di inserimento del codice su questo tema). come è possibile che non vengano rilevati i visitatori?
    Dovrò cancellarlo e provare con il plugin, immagino.
    Grazie
    Valeria

    Rispondi
    • Lorenzo
      Lorenzo dice:

      Ciao Valeria,
      hai forse un sistema di cache attivo?
      Fai così, prova a verificare nel codice della pagina seguendo questa procedura.

      Ricarica la pagina e con il muouse sulla pagina premi il tasto destro > visualizza sorgente pagina.
      Sulla pagina del codice fai un cerca per la parola “analytics”. Dovresti vedere il codice che hai incollato nel tema.
      Se non lo trovi, allora vuol dire che il tuo snippet di Analytics non viene pubblicato e sappiamo che l’errore è in WordPress / Tema.

      Fammi sapere

  5. vittoriosalvadori
    vittoriosalvadori dice:

    Bello, davvero ben spiegato. Ho avuto solo difficoltà a creare una nuova proprietà avendone già un paio di attive ed essendo il menu di analytics denso di informazioni. Comunque ci sono riuscito e alla fine ho incollato il codice sul tema enfold nell’apposito spazio ed è operativo.

    Mi sfugge la differenza tra ACCOUNT e PROPRIETA’.
    Con lo stesso account gmail possiamo cerare più account
    In un account possiamo creare più proprietà per più siti.

    Se gestiamo quindi come webmaster il sito per 5 clienti come ci conviene procedere?
    Aprire un account Google apposito per ogni cliente?
    Aprire dentro questo account più account analytics
    Aprire più proprietà.

    Nella logica poi di eventuale condivisione con il cliente dell’andamento di analytics come conviene muoversi?

    Rispondi
    • vittoriosalvadori
      vittoriosalvadori dice:

      Sì infatti, quando sono passato alla seguente ho trovato tutte le spiegazioni ma non potevo più eliminare la richiesta. Grazie ;-)

    • Lorenzo
      Lorenzo dice:

      È esattamente come ti dicevo per il corso SEO. Non si può spiegare tutto in una lezione, pertanto molte risposte alle domande le trovi strada facendo.

      Cerca quindi di fare le domande inerenti alle lezioni in cui le scrivi. Nel senso che se qualcosa non ti è chiaro della lezione, allora chiedi pure in quella lezione. Altrimenti mischiamo domande/lezioni e anche per gli altri utenti non è utile.

      Se logicamente nel corso non c’è l’informazione che ti serve, allora siamo a tua disposizione per risolvere ogni eventuale dubbio.

      PS: se hai dei clienti ti consiglio di creargli un email di Google che andrete ad utilizzare per tutti i servizi, di Google e non di Google.
      In questo modo potrai avere l’accesso solo ai dati necessari alla gestione, cosa che non avverrebbe se utilizzassi una loro email.

      E poi, come spiegato nel video successivo, per lo stesso account Analytics puoi gestire gli accessi e i permessi per ogni aspetto.

      Grazie

  6. Alessandro
    Alessandro dice:

    Buonasera,
    una domanda: è sbagliato inserire il codice di monitoraggio e l’ID sia nello spazio del tema che nel plugin?
    Per il mio sito l’ho messo sia nel Plugin di monsterinside (dove mi sono autenticato anche con il mio codice google alytics) che nello spazio del tema Enfold dedicato al codice di monitoraggio.

    ho sbagliato, creando consusione nella creazione dei dati? oppure è corretto ed ho solo creato più strumenti da consultare?
    Grazie.

    P.s. Fantastico questo corso.

    Rispondi
    • Lorenzo Novia
      Lorenzo Novia dice:

      Ciao Alessandro,
      grazie per i complimenti!

      E si… è sbagliato poiché il codice deve essere presente una sola volta per ogni pagina HTML.
      Quindi ti consiglio di lasciarlo solo nel plugin, visto che quello ti da anche altre impostazioni.

      Buona giornata

    • Alessandro
      Alessandro dice:

      Grazie Lorenzo.

      Quindi ho provveduto a togliere il codice dal tema Enfold e ho lasciato solo l’ID nel plugin suggerito in questo corso.

      Ho ancora una domanda: avendo Jetpack, questo influisce? oppure è una funzione a parte?

      In sostanza comunque voi suggerite di usare il plugin anzichè lo spazio del tema, corretto?

      Grazie.

    • Lorenzo Novia
      Lorenzo Novia dice:

      Si esatto. Devi inserire il codice di Analytics SOLO in un punto che sia un plugin o il tema.

    • Alessandro
      Alessandro dice:

      Ne approfitto ancora Lorenzo per farti una domanda forse stupida e causata dal troppo studio.
      La domanda è questa: se uso il plugin Monsterinsight o altri, Analytics a cosa mi serve? mi da più infomrazioni? mi servirà per altri siti, blog?
      Grazie.
      Alessandro

    • Lorenzo Novia
      Lorenzo Novia dice:

      Monsterinsight lo usi per mettere in relazione il tuo sito e Analytics.
      Lui ti mette il codice nelle pagine, i dati vengono mandati ad Analytics e tu analizzi i dati del tuo traffico su Analytics.

      Buona giornata

  7. Giuseppe
    Giuseppe dice:

    Buonasera

    Non riesco a capire dove inserire il codice di monitoraggio, inoltre non riesco a trovare il plugin che viene consigliato nel video

    Come tema sto usando Enfold

    Rispondi
    • Lorenzo
      Lorenzo dice:

      Ciao Giuseppe,
      il codice di monitoraggio di Analytics può essere inserito in molti punti diversi.

      Di solito i temi di oggi lasciano sempre uno spazio apposito, bisogna trovarlo all’interno delle impostazioni del tema.
      Bisogna avere un po’ di pazienza nel ricercare questa funzione, visto che ogni tema è sviluppato da programmatori differenti. In linea di massima devi cercare nelle impostazioni generali.

      Per esempio in Enfold, non ricordandomi dove fosse, sono partito da Opzioni Tema e man mano ho sfogliato le diverse impostazioni, e sono arrivato a Google Services. Dentro questa sezione c’è il campo che si chiama “Google Analytics codice di monitoraggio”.

      Se il tema acquistato non ti da questa possibilità, allora puoi utilizzare uno dei tanti plugin che ci sono per questo scopo.

      Il plugin che vedi nella video lezione, ha cambiato nome. Ora si chiama MonsterInsight e puoi utilizzare la versione free per la maggior parte delle funzioni base. Se invece un giorno vorrai usufruire anche di quelle avanzate, dovrai passare alla versione pro.

      Buona giornata

Corso WordPress GRATUITO

INSERISCI NOME E MAIL PER ACCEDERE ALLE PRIME 19 LEZIONI.

Zero spam. Garantito.

Corso Wordpress Gratis

Inizia il Corso di WordPress GRATIS!

Inserisci nome ed email per avere l'accesso gratuito alle prime 19 lezioni del corso. Impara a costruire da solo il tuo sito web!

Ci sei quasi! Ti abbiamo mandato un'email per confermare il tuo indirizzo di posta.

Pin It on Pinterest