Corso Ecommerce con WooCommerce

Impostazioni > Prodotti

Nella seconda tab del menu Impostazioni, andiamo ad occuparci dei prodotti.

Sceglieremo quindi le unità di misura, determineremo i parametri di visualizzazzione, impareremo a gestire l’inventario e il magazzino e vedremo anche le varie possibilità offerte dal plugin per quanto riguarda i prodotti scaricabili.

Nella prima parte della sezione Generale abbiamo unità di peso e unità di misura.

Nel caso di uno shop italiano come nel nostro esempio, lascio tranquillamente kg per il peso e cm per le unità di misura.

A seconda del prodotto che vendi, cambiale come ritieni più opportuno.

La seconda parte riguarda le recensioni.

Puoi quindi decidere se abilitare o meno la possibilità che gli utenti scrivano un commento riguardo ai tuoi prodotti.

Ti consiglio caldamente di lasciarla attivata perchè se otterrai recensioni positive, ti saranno utilissime per convincere altri clienti a fidarsi di te e dei tuoi prodotti.

Abilitando l’opzione si visualizzano altri checkbox:

  • Con le due opzioni inerenti a proprietari verificati, potrai far apparire la dicitura di fianco alla recensione e, se flaggi anche il secondo box, potranno recensire i prodotti solo gli utenti che li hanno effettivamente acquistati, e questa sarà una ulteriore garanzia per i tuoi clienti futuri.
  • Nella valutazione prodotto, puoi anche abilitare la visualizzazione con le stelle e renderla obbligatoria per ogni recensione.

Ora possiamo salvare le modifiche e passare alla sezione successiva, procediamo quindi su visualizzazione.

Come dice il nome, questa sezione riguarda le opzioni di visualizzazione del tuo ecommerce.

La prima è una voce importante perchè sarà quella di recupero principale di tutti i tuoi prodotti.

Di default, Woocommerce, ha creato, durante l’installazione, alcune pagine chiave.

Una di queste è la pagina shop (che infatti viene selezionata automaticamente), ma potrai anche decidere di realizzare una pagina differente, indicando a WooCommerce che questa è la tua pagina shop, a prescindere dal nome che le avrai dato.

Noi per ora lasciamo quella di default, ma in una lezione successiva vedremo anche come realizzarne una utilizzando il builder di un tema avanzato e che quindi, possiamo costruire come vogliamo.

Nel secondo menu a tendina scegli se mostrare:

  • Singoli prodotti
  • Prodotti suddivisi per categorie
  • Entrambi.

Vediamo come si presenta la nostra pagina shop con le 3 diverse impostazioni.

Ecco quella che mostra i prodotti.

Eccola se impostiamo le categorie In cui vengono recuperate solo le categorie principali con l’immagine in evidenza, ma delle categorie prodotto ci occuperemo in una lezione successiva e infine eccola con la visualizzazione di entrambe.

Le categorie occupano la parte superiore e subito sotto troviamo l’elenco dei prodotti.

Se scegli di mostrare anche le categorie, puoi scendere ancora più in prodondità, mostrando anche le eventuali sottocategorie.

Nella tendina dell’ordinamento prodotti hai diverse opzioni:

  1. Puoi lasciare quello predefinito che sarà stabilito dall’utente e in base all’ordine alfabetico,
  2. oppure di cambiare l’ordinamento a seconda del numero di vendite, della popolarità, delle votazioni che ricevono, in base alla data di pubblicazione o a seconda del prezzo, crescente o decrescente.

Proseguiamo con il seguente checkbox, che permette di stabilire cosa deve succedere dopo che un utente ha inserito un prodotto nel carrello.

Nel caso vendessi solo un prodotto o comunque molto pochi, puoi decidere di selezionare la prima opzione.

In questo modo, non appena l’utente clicca sul tasto per l’acquisto, si ritroverà direttamente nella pagina per concludere l’ordine.

È una buona strategia per evitare di far fare più passaggi al visitatore e convincerlo all’acquisto.

Nel caso invece avessi molti prodotti e desideri che l’utente continui la navigazione del sito dopo che ne ha scelto uno, puoi selezionare il secondo checkbox che, a seconda del tema che stai utilizzando, farà visualizzare un avviso che indica che il prodotto è stato inserito nel carrello, ma lasciando all’utente la possibilità di continuare la navigazione o di procedere al pagamento.

Spostiamoci poi nella sezione sottostante, dove controlliamo la dimensione delle immagini.

Anche questa è una sezione molto importante perché, a seconda del tema che usi, potresti dover intervenire inserendo una dimensione specifica per le immagini dello shop.

Di solito si possono lasciare impostate le misure che si trovano di default, ma se vuoi prevenire ogni eventuale problema di visualizzazione devi scoprire la dimensione esatta delle varie tipologie di immagine che utilizza il tuo tema.

Per farlo puoi consultare la documentazione, chiedere al supporto o scoprirlo da solo con i passaggi che mostreremo nella sezione successiva, che sarà anche utile in caso riscontrassi qualche problema con questi valori.

Prima di tutto bisogna dire che WooCommerce ha inserito un nuovo sistema di visualizzazione delle gallery.

Se il tuo tema lo contempla, il tuo utente potrà navigare la galleria delle immagini con i tasti della tastiera e inoltre potrà zoommare il dettaglio andando con il mouse sull'immagine.

In questo caso, dovrai caricare le immagini ad alta risoluzione, visto che è anche prevista la possibilità di mettere l’immagine a tutto schermo.

Tornando alle impostazioni delle dimensioni diciamo che la prima riguarda la dimensione delle immagini nella pagina dello shop, o in ogni altra pagina in cui deciderai di recuperare i prodotti.

Vediamo quali sono le tre tipologie:

  • Le immagini del catalogo sono quelle che vengono visualizzate nella pagina dello shop, o in ogni altra pagina in cui deciderai di recuperare i prodotti.
  • L’immagine del singolo prodotto è, come dice la parola stessa, quella che sarà visualizzata nella pagina descrittiva di ogni prodotto.
  • Le anterpime del prodotto invece sono le miniature delle varie gallerie. Ogni prodotto infatti è dotato dell’immagine di anteprima e di una serie di thumbnail delle successive.

L’ultima voce che analizziamo è quella relativa alla suddivisione della pagina del catalogo.

Qui scegli il numero di colonne in cui si devono dividere le anteprime e il numero massimo di prodotti da visualizzare prima che si debba passare alla paginazione.

Passiamo alla tab successiva, che si riferisce alla gestione dell’inventario.

Puoi abilitare le gestione delle scorte del magazzino, o lasciarla disabilitata.

Se decidi di attivarla, si aprono ulteriori opzioni da determinare.

Nella prima voce inserisci il tempo che deve passare da quando un utente fa un ordine (trovando quindi il prodotto disponibile) fino a quello in cui procede effettivamente al pagamento.

Passato questo tempo, il prodotto tornerà ad essere conteggiato anche per gli altri visitatori.

Nel campo delle notifiche stabilisci se farti recapitare un messaggio in caso che un prodotto stia per finire o se è terminato.

Queste notifiche arriveranno via mail all’indirizzo che imposti subito sotto.

Le quantità in entrambi i casi le decidi con questi valori numerici; raggiunto il valore, parte la notifica.

In caso di prodotto esaurito puoi flaggare questo checkbox e non mostrare più agli utenti i prodotti terminati all’interno del tuo ecommerce.

Con l’ultimo invece hai 3 opzioni di visualizzazione del magazzino:

  1. Puoi mostrare il conteggio effettivo della disponibilità.
  2. Puoi mostrare un avviso solo quando le scorte sono basse.
  3. Puoi non visualizzare nulla.

Dopo aver salvato, passiamo all’ultima sezione della tab prodotti, specifica per i prodotti scaricabili.

Nel tipo di download del file hai 3 metodi tra cui scegliere.

  • Con forza il download i file vengono inviati tramite il php e le url del file rimarranno nascoste, ma devi stare attento alle prestazioni del tuo server in caso ci siano file di grosse dimensioni, perchè potrebbero esserci problemi di timeout.
  • La seconda opzione è quella più affidabile perchè offre buone performance di download e garantisce la protezione dei file. Per essere certo di poterla utilizzare devi contattare il tuo provider per sapere se hanno installato questo modulo sul tuo server.
  • L’ultima opzione non te la consiglio, perchè esegue un semplice redirect senza proteggere il tuo file, quindi la url rimane visibile.

Infine nella sezione degli accessi puoi scegliere di obbligare gli utenti ad eseguire il login prima di poter eseguire il download ma, come viene specificato, questa opzione non si applica se un utente ha completato l’acquisto e che ha ricevuto il link dell’ordine nella mail di conferma.

Attivando l’ultima opzione invece puoi scegliere di rendere disponibile il download anche se il pagamento non è ancora avvenuto e quindi l’ordine è ancora in lavorazione.

Direi che per questa lezione sulle impostazioni dei prodotti non c’è altro da dire, grazie per l’attenzione, ti aspetto con la prossima lezione.

Ciao, hai una domanda su questa lezione?

Iscriviti al sito o effettua il login


    • Lorenzo
      Lorenzo dice:

      Ciao, ma ti riferisci a un punto specifico del video? se si quale? ti riferisci ad altro che non è presente nella video lezione?

  1. mauro79
    mauro79 dice:

    buongiorno ho una domanda,
    io sto creando un e-commerce ed ho bisogno che o gli attibuti o le variazioni mi permettano di scegliere 2 o 3 volte lo stesso elemento, per esempio:
    se scelgo Acqua minerale e voglio comprare 3 bottiglie, poi voglio comprare due di cocacola, e sono tutte variabili dello stesso prodotto, la select del menu a tendina mi deve permettere di scegliere il prodotto e la quantità dello stesso, non devo per foza dover caricare un prodotto nuovo… come si puo fare?

    Rispondi
    • Lorenzo
      Lorenzo dice:

      Ciao Mauro,
      devi creare una variante per ogni possibile combinazione. Se in un prodotto pui comprare variante A, variante B o sia variante A che B, allora ognuna di queste possibilità deve avere la sua variante. Prova a fare un test e vedrai quello che ti sto dicendo.

      Buona giornata

  2. Nicola
    Nicola dice:

    buon giorno,
    nella sezione prodotti non ho la scheda visualizzazione l’hanno spostata sotto qualche altra categoria?

    Rispondi
    • Lorenzo
      Lorenzo dice:

      Si esatto. Le voci sono state ridisposte in altre sezioni.
      Per esempio “Pagina del negozio” si trova in Generale.
      Devi solo avere pazienza e, partendo dalla prima voce, leggere tutte le impostazioni. Sono semplici e capirai ognuna cosa serve.
      Abitutati a vedere le impostazioni spostate graficamente e a sfogliare con pazienza le diverse pagine.
      Inoltre certe impostazioni le trovi anche in Aspetto > Personalizza.

      Buona giornata

  3. Giuseppe
    Giuseppe dice:

    Salve!

    Nella pagina Shop, in alto a sinistra ci sono due opzioni: “Ordina per Default” e “Mostrare x prodotti per pagina”.

    C’è un modo per eliminare queste due voci dalla pagina shop?

    Ho creato un’apposita pagina dedicata ai corsi che venderò e appena imposto dalle impostazioni genarali di woocommerce la pagina “corsi” come pagina negozio mi compaiono queste due voci.

    Grazie!

    Rispondi
    • Lorenzo
      Lorenzo dice:

      Ciao Giuseppe,
      sei andato nelle impostazioni del tema che stai utilizzando?
      Hai controllato se il tema ha una sezione di impostazioni dedicate a WooCommerce?
      Alcuni temi danno la possibità di non mostrare quelle voci nella pagina dello shop.

      Inoltre impostazioni simili le puoi trovare in Aspetto > Personalizza > WooCommerce.
      Molti temi hanno spostato le impostazioni di WooCommerce all’interno dei questa sezione.

      Se invece stai utilizzando un modulo per richiamare dei prodotti, allora controlla ogni voce disponibile di tale modulo.

      Se non ci sono queste opzioni, allora penso che l’unico modo sia tramite CSS.
      Prova anche a mandare un ticket agli sviluppatori del tuo tema.

      Buona giornata

    • Giuseppe
      Giuseppe dice:

      Io utilizzo Enfold ma non riesco a eliminare le voci. Ho controllato nei vari menù impostazioni.

    • Lorenzo
      Lorenzo dice:

      CIao Giuseppe, hai mandato un ticket agli sviluppatori come ti ho indicato precedentemente? Cosa ti hanno detto?

  4. Vittorio
    Vittorio dice:

    Ciao,
    ho un problema: quando vado su impostazioni/prodotti/generale non mi appaiono i parametri in px per le immagini (immagini di catalogo – del singolo prodotto – anteprima del prodotto).

    Rispondi
    • Lorenzo
      Lorenzo dice:

      Ciao Vittorio,
      si le impsotazioni cambiano e vengono spostate con i vari aggiornamenti. Dipendono anche dal tema che hai installato poiché molti di questi hanno personalizzazioni per WooCommerce già impostate.

      Come prima cosa verifica che non hai problemi di visualizzazione delle immagini, perché se non li hai, allora non ti serve impostare nulla di quella sezione.

      Buona giornata

  5. Arianna
    Arianna dice:

    Buongiorno, avrei una domanda…ho importato il file xml per il file sample data incluso nel file zip di woocommerce…ma non mi importa le immagini…effettivamente non le vedo neanche nella sezione media nè vedo le pagine di default (shop…eccetera) create…sapete darmi qualche suggerimento?
    arianna

    Rispondi
    • Gianluca
      Gianluca dice:

      Ciao Arianna,
      ti sei ricordata di flaggare l’opzione Scarica e Importa Allegati come mostrato nella lezione Inserire file demo in WooCommerce?

      In ogni caso anche se non importa le immagini puoi comunque utilizzare il resto dei dati importati modificandoli a seconda del tuo shop e integrandoli con le tue foto.

      Buona giornata

  6. Elvira
    Elvira dice:

    Salve
    Purtroppo continuo ad avere questo problema, se imposto la pagina shop( che io ho chiamato Mosaik Shop) in Pagina negozio mi vengono fuori alcuni problemini di layout, tipo le frasi che avevo inmpostato per andare a capo, lato frontend si vedono tutto su una riga o a capo in modo innaturale, se tolgo da Pagina Negozio>prodotti>Visualizzazioni>pagina negozio tutto riprende come prima, cioe bene, ho fatto una pagina nuova inserendo i moduli che mi interessavano (lavoro su DIVI), ma se vado a inserire nella pagina negozio il nome succede quanto descritto, ho chiesto supporto a Elegant theme, ma ho ricevuto risposte evasive che non risolvevano il problema, credo sia un problema tra woocommerce e Divi credo, vorrei risolvere il problema chiaramente.
    PS:Il nome del negozio( Shop o altro nome) in Prodotti>Visualizzazione>Pagina negozio , si deve necessariamente inserirlo? Cosa comporta il non inserimento?

    Saluti
    Luigi

    Rispondi
    • Lorenzo
      Lorenzo dice:

      Ciao Luigi,
      non avendo letto i ticket con la Elegant Themes non posso entrare nel dettaglio della questione.
      Il punto è che tecnicamente loro, visto che sono gli autori del codice di Divi, possono darti delle risposte sicuramente migliori delle nostre.

      Detto questo non è obbligatorio che selezioni quella specifica pagina come Shop.
      Quando selezioni una pagina come shop, quello che succede a livello di programmazione è che vengono effettuate in automatico delle query al database, come la lsita dei prodotti, l’ordinamento ecc… in questo modo la pagina può recuperare quei dati ed utilizzarli nell’impaginazione mostrandoli all’utente.
      Se però stai creando la pagina in maniera personalizzata, ovvero utilizzando i moduli del builder, allora puoi ovviare al tuo problema.
      Fai un test e vedi se tutto fila liscio. Potresti per esempio accorgerti che dei widget creati per essere pubblicati nella pagina shop si aspettano di ricevere quei dati. Se non li trovano non hanno i dati da utilizzare nel widget. In questo caso ti consiglio di cercare un altro widget che crei indipendentemente le query al database.

      Detto questo, però, non so dirti con esattezza se Divi per qualche altra funzione necessita di quei dati recuperati in automatico.
      Quindi se ne vuoi essere sicuro, fai la stessa domanda al supporto di Divi.
      Se anche loro ti danno conferma, e vedi che il sistema funziona, allora procedi pure per questa strada.

      Buona giornata

  7. Elvira
    Elvira dice:

    Salve
    Si pero state dando delle spiegazioni che non corrispondono a quello che mostrate voi e quello che vedo io, quindi?

    Saluti

    Rispondi
    • Gianluca
      Gianluca dice:

      Ciao Elvira,
      scrivi senza problemi quello che non ti torna e ti aiuteremo a proseguire.

      Buona giornata

    • Lorenzo
      Lorenzo dice:

      Ciao Elvira,
      abbiamo pubblicato questo corso un mese fa. Se qualcosa non ti torna puoi farci una domanda.

      Inoltre ti faccio presente che le schermate e le impostazioni delle diverse applicazioni web, fra cui anche WooCommerce, si aggiornano con una frequenza settimanale. Pertanto devi abituarti a sfogliare menu e ricercare quello che cerchi. È un processo inevitabile che anche noi, che costruiamo siti web tutti i giorni, abbiamo dovuto imparare. Questo perché, se ci pensi, le applicazioni web non richiedono il tipo di aggiornamento che per esempio puoi fare con un software come Photoshop, che passa dalla versione 6 alla 7 in uno o due anni. È il concetto di applicazione che è diverso.
      Quello che devi avere, quando non trovi qualche cosa, è un po’ di pazienza e sfogliare i menu, uno ad uno.

      Buona giornata

  8. CARLO
    CARLO dice:

    devo realizzare uno shop dove non mi bastano categorie e sottocategorie. In pratica devo offrire una prima selezione tra attrezzature sportive ed abbigliamento. Poi entrando ad esempio in attrezzature sportive (ad esempio SCI) devo dare le opzioni per selezionare i vari marchi e una volta selezionato uno di essi presentare le ulteriori categorie (ad esempio SCI DA DISCESA, SCI DA FONDO, RACCHETTE, ecc…) ed infine i prodotti. Vorrei poi che selezionando una di queste (ad es. SCI DA DISCESA) apparissero non solo i prodotti ma anche la possibilità di selezionare tutte le marche che fanno quel prodotto.
    Insomma con due soli livelli di CATEGORIA e SOTTO CATEGORIA non posso realizzare quando voglio.
    Ho pensato di fare una prima pagina dove metto due immagini (una per ATTREZZATURE e una per abbigliamento) e poi con gli short code aprire la pagina shop con categorie dei relativi marchi.
    Funzionerebbe? nel caso mo domando però come attivare gli short code su una immagine. E’ possibile? sulle immagini in realtà avrei solo la possibilità di indicare un link mentre in realtà dovrei lanciare uno shortcode… Ma forse questa è la strada sbagliata, come mi consigliate di fare per risolvere un problema come il mio?

    Rispondi
    • Lorenzo
      Lorenzo dice:

      Ciao Carlo,

      come prima cosa ti suggerisco di progettare la tua struttura di categorie e tag a prescindere dalla parte visuale che andrai a progettare.
      Deve essere logica, infatti con questi due strumenti è catalogabile qualsiasi struttura dati.

      Quando lo fai tieni in considerazione questi due aspetti.

      Le categorie le strutturi a livello gerarchico. Puoi avere diversi livelli e non solo categoria e sotto categoria. Pertanto un prodotto X che sta sotto la categoria A > A1 > A2 non lo inserisci anche nella categoria B.

      I tag li utilizzi a livello trasversale. Ovvero un prodotto X appartenente alla categoria B ed un prodotto Y appartenente alla categoria A possono avere uno stesso tag K.

      ALla luce di questo ora puoi capire come la catalogazione dei dati la puoi fare sia a livello verticale (categorie) che a livello orizzontale (tag).

      Per quanto riguarda la parte dove dici di “lanciare uno shortcode su immagine”, stai sbagliando perché non vuol dire nulla.
      Uno shortcode è un segna posto per l’esecuzione di codice di programmazione che fa una determinata cosa.

      Ogni tema o plugin può mettere a disposizione diversi shortcode. WooCommerce per esempio ha questi shortcode a disposizione. Il tuo tema può averne altri o i plugin che hai installato possono averne altri ancora. Puoi anche programmarne di personalizzati, ma bisogna essere programmatori.

      Se vuoi presentare i prodotti in una certa maniera, allora l’idea che hai di utilizzare una pagina è buona, ma il consiglio migliore che ti posso dare è quello di non complicare le cose più del necessario. Se sono complicate per te, allora lo sarà anche per gli utenti del tuo shop, che magari per raggiungere un prodotto devono cliccare 5 step differenti.

      Buona giornata

  9. Giuseppe
    Giuseppe dice:

    Ciao ragazzi, ho una domanda. Sto realizzando un e-commerce di libri. Alcuni libri sono acquistabili sia in formato cartaceo che in e-book. Fin qui tutto bene inserisco le due varianti di prodotto. Ma non so come proteggere l’url del file e-book. Nel senso una volta caricato il file sullo spazio ftp credo resterebbe comunque accessibile da tutti o sbaglio? E in che modo posso rendere accessibile il file solo dall’utente che lo ha acquistato?
    Grazie

    Rispondi
    • Lorenzo
      Lorenzo dice:

      Ciao Giuseppe,
      leggi due domande prima di questa, la riposta che ho dato a “mpmcomposer”.
      fai dei test e se poi hai altri dubbi chiedi pure.

      Buona giornata!

  10. mpmcomposer
    mpmcomposer dice:

    Ciao Lorenzo,
    Per il mio negozio on line ho la necessità di creare una vetrina costituita da una sola colonna e da più righe nelle quali vengono proposte le singole tracce musicali.
    Il settaggio di WOOCOMMERCE consente di settare un minimo di 2 colonne .
    Come posso fare ?
    grazie

    Rispondi
    • Lorenzo
      Lorenzo dice:

      Ciao Marco,
      il risultato visivo del tuo WooCommerce è dato da 2 fattori.
      Le impostazioni di WooCommerce e quelle del tuo tema, nel caso abbiamo creato degli strumenti e dei template personalizzati.
      Per quanto riguarda le impostazioni di WooCommerce per la pagina Negozio (shop) trovi tutto ci che è possibile impostare in WooCommerce > Impostazioni > Prodotti > Visualizzazione. Per esempio vedi le Colonne e il numero di Prodotti nell’ultima sezione della pagina.

      Poi, come ti dicevo, se il tuo tema ha implementato WooCommerce, allora con pazienza analizza tutte le relative impostazioni.

      In ultimo, se la pagina shop non ti piace, allora puoi anche non utilizzare quello di default.

      Come abbiamo fatto noi per la nostra pagina video corsi, crea la pagina cone gli strumenti che il tuo tema ti mette a disposizione, per esempio il layout builder o i moduli per richiamare i prodotti (nel caso ci fossero).

      Il bottone per aggiungere un prodotto a un carrello è un normale link di questo formato:

      tuosito.it/cart/?add-to-cart=xxx

      ovvero un passaggio di variabile (in questo caso add-to-cart) dove al posto dell xxx metti l’ID del tuo prodotto. Lo puoi trovare passando il mouse sopra l’anteprima di un prodotto nella pagina prodotti dell’admin, oppure dalla URL quando ne modifichi uno.

      Puoi anche utilizzare lo shortcode di WooCommerce: [add_to_cart id="xxx"]

      PS: aggiungeremo a breve una lezione sugli shortcode e sulle pagine personalizzate.

      Buona giornata

  11. mpmcomposer
    mpmcomposer dice:

    Ciao Lorenzo,
    Sto organizzando un negozio di tracce musicali on line e non mi è chiara la differenza tra le due opzioni :
    1 ) Forza download
    2) X accel redirect – X send file
    3 ) Reindirizza soltanto
    Puoi darmi qualche chiarimento ?
    grazie
    Marco

    Rispondi
    • Lorenzo
      Lorenzo dice:

      Ciao Marco,

      in questa impostazione scegli la metodologia con cui farai scaricare il tuo file.

      Forza Download lo si utilizza quando si vuole proteggere il file da link diretti. Visto che vendi le tracce musicali puoi utilizzare questa impostazione (spunta anche “I download richiedono l’accesso”). Ti avviso che con questo sistema, se il file scaricabile è troppo grande, allora potresti avere dei problemi di timeout (fai un test).

      X-Accel-Redirect/X-Sendfile è il migliore a livello di performance, ma devi mandare un ticket al tuo hosting per sapere se hanno installato questo modulo sul tuo server.

      Reindirizza Soltanto non ti protegge dal direct linking, quindi non te lo consiglio.

      Buona giornata

    • mpmcomposer
      mpmcomposer dice:

      Ciao Lorenzo.
      Ok ! Ora è chiaro ! Il mio hosting è SITEGROUND , quello da voi suggerito su SOS – WP .
      Che tu sappia è supportata la funzionalità X-Accel-Redirect/X-Sendfile ?
      grazie
      Marco

    • Lorenzo
      Lorenzo dice:

      Ciao Marco,
      Webipedia e SOS-WP sono due siti differenti.
      Loro promuovono i nostri video corsi ed Andrea è uno dei nostri insegnanti.
      Detto questo anche noi consigliamo ed utilizziamo SiteGround perché è veramente il migliore.
      Hai infatti provato ad entrare in chat e fare qualche domanda, come questa sui loro server? Vedrai che ti rispondono al volo!

  12. Roberto
    Roberto dice:

    Ho provato a modificare il tutto nel seguente modo:
    zona ita,
    nome zona free,
    ho provato sia con Italia e poi con delle zone di alcune città
    nulla sempre lo stesso problema. ( Nessun metodo di spedizione disponibile. Controlla il tuo indirizzo, o contattaci se hai bisogno di aiuto.)
    visibile già nella pagina carrello.
    Grazie.

    Rispondi
    • Lorenzo
      Lorenzo dice:

      Ciao Roberto,

      mi accorgo adesso che siamo in una lezione precedente a quella dedicata alla spedizione.
      Per tutti gli studenti è fondamentale che seguiate le lezioni e nel caso fare le domande nella video lezione.
      Altrimenti, chi dopo di voi vedrà il corso leggerà questi contenuti che non sono pertinenti a questa lezione.
      Inoltre la maggior parte delle volte la risposta alle domande è proprio nel video stesso.

      Detto questo…

      WooCommerce per applicare le tariffe di spedizione deve sapere dove inviare la merce.

      Se un utente è già cliente ed è autenticato nel sito, allora lo sa. Hai il suo indirizzo.

      Se invece l’utente che inserisce i prodotti nel carrello non è autenticato nel sito, allora non lo sa.

      Si può dire a WooCommerce come deve interpretare la posizione di default del cliente per il caso appunto appena citato. Questo lo puoi fare in WooCommerce > Impostazioni > Generale > Posizione di default del cliente, dove hai due alternative.

      Indirizzo di base del negozio – WooCommerce lo reputa nella stessa zona in cui hai impostato il tuo negozio.
      Geolocalizza – WooCommerce cerca di capire la provenienza del utente tramite la geolocalizzazione.

      Se vuoi ovviare a questo problema, allora in Spedizione > Opzioni di Spedizione hai la voce “Nascondi le spese di spedizione fino a quando viene immesso un indirizzo”. Con questa opzione spuntata, nella pagina del carrello non vedrai più il calcolo secondo la “deduzione di WooCommerce”, ma vedrai la voce “Calcola le spese di spedizione”. Se l’utente preme questa voce allora gli viene richiesto l’indirizzo per potere effettuare il calcolo.
      Altrimenti questo calcolo verrà fatto quando nella pagina di checkout inserirà il suo indirizzo.

      Per quanto riguarda il messaggio che ti compare, nonostante mi dici che hai impostato Italia come zona di spedizione a cui hai assegnato Spedizione Gratuita come metodo di spedizione, è che non hai impostato bene le voci per quanto riguarda la spedizione gratuita.

      Infatti se entri ni modifica (Zone di spedizione > Metodi di spedizione > premi la voce Spedizione gratuita, vedrai che ci sono due voci. Una il titolo e puoi mettere quello che vuoi. L’altra, “La spedizione gratuita richiede…” è la modalità in cui vuoi che la spedizione gratuita venga attivata. WooCommerce ti da diverse possibilità, come “quantità minima dell’ordine”, “spesa minima” o codice coupon. Se vuoi che la spedizione gratuita sia sempre attiva, allora scegli la voce N/A.

      Questo è l’unico motivo che mi viene in mente. Se non fosse questo allora mandami al supporto le schermate di tutte le impostazioni sulla spedizione, sia generali che quella di un prodotto di esempio.

      Nota Bene: quando fai i test devi avere due browser diversi aperti, sottolineo browser e non finestre.
      Per esempio in Chrome sei autenticato come amministratore e in Firefox sei come utente non autenticato.
      Oltre a questo devi tenere in considerazione che WooCommerce utilizza dei cookie per memorizzare quello che stà succedendo durante la visita dell’utente. Metti caso infatti che hai inserito spedizione gratuita. L’utente continua a navigare nel sito in cerca di altri prodotti. Poi tu da admin cambi il metodo di spedizione. Cosa succederebbe all’utente che ha già visto la spedizione gratuita?
      Ecco pertanto quando fai i test come utente per questa funzione, cancella i cookie e pulisci la cache del browser per essere sicuro di vedere le modifiche che stai facendo. Se no pensi che non funzioni, ma in verità sono i cookie che ci sono nel browser dell’utente.

      Buona giornata

  13. Roberto
    Roberto dice:

    Ho creato 2 zone una con tariffa fissa e una con spedizione gratuita sembra funzionare tutto .. solo che nella spedizione gratuita nel carrello mi compare scritto ( Nessun metodo di spedizione disponibile. Controlla il tuo indirizzo, o contattaci se hai bisogno di aiuto.) anche se il prodotto ha la spedizione gratuita, assegnata ad una zona.
    Grazie per la pazienza…

    Rispondi
    • Lorenzo
      Lorenzo dice:

      Ciao Roberto, figurati.
      Quando ricevi quell’errore l’utente seleziona in fase di checkout la zona o non ha compilato quel campo?
      Di solito compare quando l’utente sta acquistando da, o ha selezionato in fase di checkout, una zona (paese) per cui non è stato impostato nessun metodo di spedizione.

      buona giornata

  14. Roberto
    Roberto dice:

    Buongiorno Lorenzo cerco di essere più chiaro imposto la zona es. ita con 2 classi di spedizione, tariffa fissa € 5,00 e trasporto gratuito. Assegno al prodotto la spedizione con tariffa fissa, ma nel carrello la versione nuova di woocommerce 3.0.2 mi fa vedere le 2 classi di spedizione, anche se il prodotto ha una tariffa fissa e viene marcato con un button radio.
    Mentre per la spedizione gratuita tutto ok. Chiaramente il cliente finale sarà tentato di avere la spedizione gratuita.
    Grazie per la gentile collaborazione.

    Rispondi
    • Lorenzo
      Lorenzo dice:

      Ciao Roberto,
      potresti spiegarmi quali proposte vorresti dare all’utente?
      Non capisco perché dovresti assegnare per la stessa zona due classi di spedizione a un prodotto, di cui uno a pagamento e uno gratuito.
      Se la spedizione per l’Italia la fai gratuitamente allora lascia per questa zona solo quella gratuita.
      Se invece deve essere a pagamento lascia solo quella a pagamento.
      Scusami proprio forse sono io che non stò capendo.
      Grazie

  15. Roberto
    Roberto dice:

    Woocommerce 3.0.2 metodo di spedizione se il prodotto ha una trasporto gratuito tutto ok, mentre se il prodotto ha un a tariffa fissa nella pagina carrello compare si la tariffa fissa ma compare anche la spedizione gratuita con 2 (button Radio) , anche se il prodotto ha la spedizione con tariffa fissa. Come si può risolvere il problema

    Rispondi
    • Lorenzo
      Lorenzo dice:

      Ciao Roberto,
      non so se ho capito bene, ma se al prodotto sono associati due metodi di spedizione, allora è giusto che vengano mostrati entrambi.
      Vuol dire che se dai la possibilità di averne due è l’utente che deve scegliere.
      Se vuoi dare la spedizione gratuita per esempio solo per la città di Roma, mentre per le altre zone è a pagamento, allora devi creare due zone differenti.
      Ho capito bene?

  16. Roberto
    Roberto dice:

    Ho un probema con la traduzione della pagina cassa (checkout). Alcune voci mi rimangono in inglese. Ho già aggiornato wp-content/languages e wp-content/languages/woocommerce, come posso risolvere anche manualmente.
    Grazie

    Rispondi
    • Lorenzo Novia
      Lorenzo Novia dice:

      Ciao Roberto,
      come prima cosa devi controllare, come mi sembra di aver capito tu abbia già fatto, di avere il file woocommerce-it_IT.mo (anche quello con scritto admin) all’interno della directory wp-content/languages/plugins.

      I file .mo contengono le traduzioni dei vari testi. Questo tipo di file lo puoi modificare, o scrivere le traduzioni mancanti, tramite Poedit, il cui utilizzo è spiegato all’interno della lezione Come Tradurre un Plugin con Poedit.

      A volte però, i temi hanno delle personalizzazioni dedicate per WooCommerce. Queste sovrascrivono i template o il codice di WooCommerce per meglio integrarsi con il loro tema. In questo caso non devi cercare la relativa traduzione all’interno del file .mo di WooCommerce, ma dentro al file .mo del tema, che solitamente si trova in wp-content/languages/themes.

      In ultimo, può capitare che gli sviluppatori dei temi, o anche dei plugin, si scordino di predisporre una particolare stringa per la traduzione. Infatti ogni volta che un testo viene presentato all’utente, deve essere passato come parametro di una funzione che serve appunto per predisporre tale testo alla traduzione.

      Se l’output della stringa viene fatto direttamente, allora non si ha la possibilità di tradurre tale testo. In questo caso basta contattare gli sviluppatori che correggeranno la dimenticanza senza problemi.

      Buona giornata

    • Gianluca
      Gianluca dice:

      Ciao Roberto,
      Sei sicuro che nel pannello Inventario, alla voce Tipo di visualizzazione del magazzino sia selezionata la voce non mostrare le quantità rimanenti?

      Ho fatto un po’ di ricerche online e questa è la soluzione che generalmente funziona.

      Alcuni produttori di temi offrono però anche un codice css da integrare, quindi se non dovesse funzionare, sarebbe meglio chiedere direttamente al supporto della Wpopal Theme.

      Buona giornata

  17. Roberto
    Roberto dice:

    Ciao Gianluca, ho controllato, ma la spuntatura nella sezione inventario non è attiva. Anche quando vado a configurare un prodotto con tutte le varianti mi esce il prezzo e poi la dicitura stock.
    Grazie

    Rispondi
    • Gianluca
      Gianluca dice:

      Ok, allora potrebbe anche essere un’impostazione relativa al tema.

      Dovresti quindi controllare se nelle opzioni del tema (o se nei moduli del layout builder) c’è una sezione dedicata ai dati che devono essere mostrati.

      Eventualmente facci sapere che tema stai usando o manda le schermate di quello che vedi alla mail di supporto.

      Grazie e buona giornata

  18. Roberto
    Roberto dice:

    Sto realizzando un sito con woocommerce e sotto il titolo del prodotto mi compare la seguente dicitura product availability : in stock da dove si elimina questa funzione anche se nella configurazione del prodotto è spuntata la voce che il prodotto può essere venduto singolarmente…. per nascondere il prezzo sotto il prodotto che tipo di plugin devo usare , mi spiego vorrei far vedere il prezzo solo quando si configura il prodotto….
    Grazie

    Rispondi
    • Gianluca
      Gianluca dice:

      Ciao Roberto,
      Quella dicitura dovrebbe apparire perché ha abilitato l’inventario.
      Vai su Impostazioni > Inventario e prova a controllare le opzioni di visualizzazione.
      Se i tuoi prodotti sono sempre disponibili puoi anche fare a meno di spuntare il check su “gestisci lo stock“.

      Per nascondere il prezzo ci sono diversi plugin, ma devi verificare quale di questi ha la funzionalità che chiedi.
      In caso non trovassi nulla di specifico, ti consiglio di chiedere direttamente al supporto di WooCommerce, perché quella che chiedi è una funzionalità molto particolare.

      Woocommerce Dynamic Pricing By User Role
      Catalog Mode for Woocommerce
      WooCommerce Prices By User Role

      Buona giornata

  19. stefano
    stefano dice:

    Buongiorno,
    come faccio sapere quale è la migliore risoluzione e dimensione in pixel da adottare per le mie immagini di prodotto o di catalogo? esiste una regola? perché sto realizzando un sito (tema Enfold) per un mio amico e non so cosa chiedere come dimensione immagine dei suoi prodotti.

    Rispondi
    • Lorenzo
      Lorenzo dice:

      Ciao Stefano,
      sicuramente se gli stai curando il sito è bene richiedere le dimensioni a una buona risoluzione.
      Se te le mandano 300x300px ci puoi fare poco.

      Tieni anche in considerazione di future implementazioni, come possibili slide animate o sfondi in cui mostri un particolare del prodotto.
      Detto questo, per quando riguarda i prodotti inseriti nelle schede prodotto devi sapere una cosa.
      Quando inserisci un immagine nei media del tuo sito, questa viene caricata e poi copiata/ridimensionata in diversi formati.
      Di defualt in WordPress sono 3, ma a seconda dei temi e plugin installati possono essere di più.
      Questo perché ogni tema o plugin può avere dei moduli per cui le immagini devono essere ottimizzate a una determinata proporzione / risoluzione.

      L’immagine che hai caricato viene conservata alle dimensioni originali dentro tuo sito. Questo per permettere eventuali nuovo ridimensionamenti nel caso installassi un tema nuovo o un plugin nuovo.
      Quindi inseriscile pure ad una risoluzioni elevata (non ti sto dicendo in formato per la stampa a 300dpi eh!!!), ma intorno ai 1000px dovrebbe andare bene. Ma sai cos’è sempre la cosa migliore da fare? I test. Fatti mandare delle immagini, magari per prodotti con caratteristiche diverse (uno a disposizione più orizzontale e uno verticale). Una volta che hai sperimentato puoi richiedere le immagini nel formato di cui sei soddisfatto.

      Buona giornata

Non vuoi fare da solo?

Non vuoi fare da solo?

Per realizzare il tuo progetto o per risolvere qualsiasi problematica, rivolgiti al nostro Team di professionisti.

oppure chiamaci allo 02.9843140

You have Successfully Subscribed!

Pin It on Pinterest