Idee per inventarsi un lavoro online

Se stai pensando anche tu di sfruttare internet per iniziare un’attività online, sei in buona compagnia.

Continuando la lettura di questo articolo troverai alcune idee, raccolte in anni di esperienza, che ti daranno utili spunti per “inventarsi un lavoro online”.

La tipologie di lavori che si possono fare sono molte, ma c’è un settore che offre vantaggi indiscutibili: lavorare online.

In paesi come l’Italia c’è ancora poca consapevolezza sulle possibilità che la rete offre e si conoscono poco le alternative esistenti ai “lavori canonici”.

Uno dei luoghi comuni è pensare che il computer sia un accessorio difficile da utilizzare e che fare siti web e lavorare grazie a internet, sia possibile solo ai tecnici del settore: niente di più sbagliato.

Inventarsi un lavoro online è possibile, anche per chi di web sa ben poco.

Sia chiaro, con questo non voglio assolutamente dire che sia facile. Anche se non si va in ufficio tutte le mattine, si tratta comunque di lavoro e i risultati si ottengono solo con tempo e dedizione.

Il concetto chiave da capire è che lavorare online non significa obbligatoriamente dover cambiare la propria professionalità (e non significa nemmeno dover diventare dei programmatori).

Il web è semplicemente un mezzo per mettere a disposizione le tue competenze al mondo intero.

Non importa il ramo da cui provieni, non c’è l’obbligo di una laurea in ingegneria delle comunicazioni o di diventare uno chef stellato… in internet c’è spazio per tutti e tutti possono inventarsi un lavoro online.

Questo tipo di professione porterà cambiamenti nella tua vita, quindi, prima di addentrarci nello specifico, ecco alcuni punti che ti chiariranno meglio le idee.

Lo sai quante porte si aprono imparando a fare siti web?

Creare un sito con WordPress è veramente semplice seguendo il nostro percorso formativo WordPress 360 (guarda l’introduzione video).

Luca, un nostro studente, dice: “Lo consiglio a tutti perché, dopo averlo seguito, ho iniziato subito a lavorare in questo settore. Con il primo cliente ho guadagnato i miei primi 1.500 €

8 buone ragioni per inventarsi un lavoro online

Idee per inventarsi un lavoro online

Meno stress

meno stress lavorativoLo spostamento quotidiano dall’abitazione all’ufficio è una delle principali fonti di stress per un lavoratore comune.

In più, gli ambienti di lavoro come gli uffici sono (spesso), luoghi anonimi, che inibiscono fantasia, creatività e spinta lavorativa.

L’interazione e i rapporti con i superiori e i colleghi non sono sempre idilliaci e il malessere derivante da un ambiente ostile, si ripercuote inevitabilmente sulla produttività delle persone.

Libertà

libertaLavorare tramite computer consente di essere operativi ovunque, in qualsiasi parte del mondo ti trovi.

Ormai le connessioni di buon livello si trovano anche nei paesi meno sviluppati e si riesce davvero a rimanere operativi anche nelle situazioni più difficili.

Noi stessi abbiamo potuto seguire le nostre attività girando diverse parti del mondo come Giappone, Korea, Thailandia, America, Messico, Filippine… e abbiamo persone che ci forniscono servizi di freelancing che vivono diversi paesi come Italia, Brasile, Francia, Ucraina, Giappone e Filippine.

Noi, a nostra volta, siamo stati consulenti per aziende che si trovano sparse in tutto il globo. Insomma, è evidente che quando si lavora in internet si abbattono tutti i confini geografici.

Flessibilità

flessibilitaGli orari di lavoro li decidi tu, tutto quello che conta è avere una buona organizzazione delle attività da svolgere in modo da portare avanti il tuo lavoro secondo uno schema prestabilito.

I fusi orari non sono un problema, anzi, se deciderai di lavorare ad esempio nel sud est asiatico, avrai sempre 6 ore di vantaggio sui tuoi clienti, che riceveranno il materiale ancora prima di essere arrivati in ufficio.

Produttività

produttivitaLavorare in un luogo piacevole, anzi meglio, un luogo che hai scelto tu e che si addice alla tua persona, ti renderà più efficiente e produttivo. Lo dimostrano innumerevoli studi scientifici.

Anche lavorare su un argomento che ti piace e che ti appassiona è un fattore determinante per procedere con entusiasmo e essere più felice. In questo modo avrai sempre voglia di documentarti per aggiungere know-how alla tua esperienza e lavorare non sarà mai un peso. L’assenza di distrazioni ti farà lavorare meglio, arriverai prima a raggiungere i traguardi che ti sei prefissato.

Risparmio

risparmioI costi per iniziare un’attività online sono davvero bassissimi: non dovrai preoccuparti di acquistare attrezzature costose, di affitti o di dover assumere del personale.

Tutto quello che ti occorre è impegno, dedizione, tempo e forza di volontà. Infatti per cominciare a lavorare online ti basterà acquistare un piano di hosting e un dominio.

Poi, con strumenti come WordPress, riuscirai in poco tempo ad avviare la tua attività.

Se il tuo scopo è quello di fornire un servizio, risparmieranno anche i tuoi clienti: un lavoratore online, non dovendo sostenere costi vivi, può praticare prezzi inferiori ed avere un vantaggio competitivo nei confronti della concorrenza.

Zero rischi

sicurezzaL’unica cosa che rischi incominciando un lavoro online è il tuo tempo.

Se non sei pronto per dare tutto te stesso nella tua nuova attività puoi tranquillamente iniziare nel tempo libero, per poi trasformarla in vera e propria professione quando i rientri economici lo consentiranno.

Presenza

presenzaSe imparerai a gestire i tuoi tempi, ti accorgerai come avere un lavoro online ti farà avere più tempo da dedicare a quello che ti è più caro, a prescindere da cosa sia.

Ti darà la possibilità di gestire le priorità e la possibilità di organizzare meglio il tempo con la famiglia, la fidanzata/o gli amici e, sopratutto, per te stesso.

Salute

saluteSe ti accorgi che il lavoro attuale ti obbliga a scendere a troppi compromessi, a condividere un ambiente che non ti piace, a non rispettare le tempistiche della tua giornata, devi considerare che va tutto a scapito della tua salute.

Trovare un’alternativa è doveroso: un lavoro che gestisci come meglio credi è una sicura fonte di tranquillità e benessere.

Impara a fare da solo

Una buona ragione per NON lavorare online

ragione per non lavorare online

Se in tutto questo trovi riscontro, sei una di quelle persone che possono decidere di inventarsi un lavoro online!

Prima di cominciare, però, dobbiamo ribadire un aspetto molto importante: lavorare online non significa non lavorare.

Non significa andare in pensione dopo due settimane e avere un “guadagno magico” che ogni mese arriva sul tuo conto corrente.

Il guadagno passivo tanto pubblicizzato nella rete è un messaggio fuorviante. Il guadagno passivo esiste, ma per ottenerlo bisogna lavorare sodo e, anche una volta raggiunto, bisogna saperlo mantenere.

Il gioco, però, vale sicuramente la candela.

Se ti sei imbattuto in metodi magici che per ottenere un buon risultato richiedono la pressione di un semplice bottone… allora condividilo con noi! Perché dopo anni di attività online e molti tentativi, per noi rimane un’utopia su cui non fare affidamento.

Da dove cominciare per inventarsi un lavoro online.

dove cominciare per inventarsi un lavoro online

Ora che abbiamo fatto il punto sulla situazione passiamo alle fondamenta del tuo progetto.

L’ambiente

La prima cosa da fare è sapere utilizzare computer e internet. Non devi avere problemi nell’utilizzo di strumenti base come le email e le applicazioni per scrivere documenti.

Devi essere in grado navigare agevolmente, di usare servizi di chat come Skype e devi essere abituato a procedimenti di iscrizione sui servizi che troverai in rete.

Se sono territori sconosciuti non preoccuparti, ti basteranno un paio di giorni di pratica per essere in pista!

Cosa vuoi fare

Ti servirà capire su cosa dovrà vertere la tua attività: un prodotto, un servizio, una consulenza o altro che vedremo in seguito. Come diceva Einstein, ricorda che:

“La logica ti porta da A a B. L’immaginazione ti porterà ovunque”.

Gli strumenti

Per iniziare bene un’attività online è necessario dotarsi di uno strumento come un sito o un blog nel quale far confluire tutte le proprie potenzialità.

Se vuoi partire subito con la creazione del tuo sito segui i nostri
3 video gratuiti. Ti spiegheranno come scegliere il nome del tuo dominio, come comprare lo spazio hosting e come installare WordPress. Ti occorreranno solo pochi minuti e avrai il tuo sito pronto per essere riempito di contenuti!

65 idee per inventarsi un lavoro online

65 idee per inventarsi un lavoro online

Vediamo ora una serie di possibilità concrete sulle attività che puoi intraprendere online.

Ce ne sono molte e non tutte sono elencabili in un articolo.

Il nostro intento è darti un’idea delle potenzialità del web, fornirti su cui riflettere per inventarsi un lavoro online.

1. Pubblicità

Quella della pubblicità è la prima opzione che di solito viene in mente quando si parla di guadagno online: si tratta di intraprendere la professione di Publisher.

Sono publisher tutti i proprietari di siti che presentano contenuti (di ogni genere e nicchia) che visualizzano banner pubblicitari.

È un lavoro che richiede tempo prima di portare i suoi frutti.

Prima di ottenere grandi numeri in termini di guadagno monetario si deve raggiungere un numero elevato di visitatori.

Il primo e il più semplice canale da cui attingere per la ricerca di pubblicità è Google Adsense, una piattaforma che mette a disposizione diversi formati di banner che vengono selezionati direttamente da Google a seconda di vari parametri: interessi dei visitatori, contenuti del sito ecc.

Per partire con la professione di publisher ti occorrerà quindi costruire un sito o un blog che dovrai popolare di contenuti validi, tenerlo aggiornato, inserire i banner e ottimizzarli nel tempo per ottenere il massimo guadagno.

Se vuoi ospitare della pubblicità su un sito guarda l’introduzione gratuita al Corso AdSense e Pubblicità Online, che ti mostrerà tutte le competenze necessarie per intraprendere con successo questo tipo di attività.

2. Newsletter

Un altro canale per guadagnare grazie alla pubblicità è quello di crearsi una lista di utenti, clienti o semplici appassionati, che trovano interessanti i contenuti che pubblichi.

Quando costruisci il tuo sito è fondamentale partire subito con la raccolta di indirizzi email.

Quella della newsletter è una soluzione molto più mirata rispetto alla pubblicità basata su banner e il motivo è semplice: se hai definito correttamente il vertical del tuo sito, raggiungerai quasi esclusivamente persone interessate all’argomento che tratti.

Il vantaggio è chiaro: chi è appassionato di bonsai (ad esempio) sarà maggiormente invogliato a lasciare la propria mail su un sito che tratta di quell’argomento e sarà molto più ricettivo quando riceverà newsletter specifiche.

Grazie ad una lista di email di persone interessate potrai cominciare a promuovere prodotti legati ai bonsai, fertilizzanti specifici, libri su come curare le piante, eBook su come travasarle correttamente ecc..

Per chi non è esperto di email marketing si può anche pensare di “affittare” ad altri la propria lista, facendosi pagare per l’invio di una DEM (una newsletter) sulla base del numero di utenti raggiungibili e sul tipo di argomento del sito.

3. Affiliazione

Cos’è un affiliato? In poche parole è un intermediario, che non ha nulla da vendere, ma che decide di vendere il prodotto di qualcun altro.

Funziona così: decidi il prodotto/servizio che pensi possa avere un’audience adeguata e, tramite il tuo sito web, avvisi i tuoi utenti che esiste qualcosa da compare.

Quando un utente trova quello che cerca sul tuo sito, sarà rimandato al sito che vende quel determinato prodotto tramite un link di affiliazione, che registrerà tutti i movimenti uscita dal tuo sito.

In base a quanto pattuito con il commerciante (le percentuali sono sempre pre-stabilite), riceverai una commissione commerciale sul prodotto venduto.

Puoi lavorare direttamente con i siti che offrono programmi di affiliazione, oppure iscriverti a quelle che sono chiamate le Affiliate Network, ovvero degli intermediari fra te e i venditori. Iscrivendoti a una di queste aziende avrai a disposizione centinaia di prodotti da vendere tramite il tuo sito.

I campi in cui si possono trovare prodotti o servizi in affiliazione sono moltissimi. Di seguito alcuni che hanno un grande seguito.

4. Dating

Se sei un esperto sul tema d’incotri, di coppia, amore, e pensi di potere consigliare chi ha meno esperienza di te, allora puoi creare un sito su questo vertical e promuovere in affiliazione decine di siti d’incontri che rilasciano un programma di affiliazione.

5. Software e Servizi

Ti piace provare nuovi software e scrivere recensioni su questo argomento? Allora è arrivato il momento promuovere i prodotti che pensi essere migliori. Molto diffusi in questo ramo sono i software utility per il pc, ma si possono trovare software di qualsiasi tipo, anche applicazioni e servizi per il web, come i template WordPress, i plugin e i piani hosting.

6. Buoni Sconto, Coupon

Molti programmi di affiliazione offrono un buono sconto come “gancio” per invogliare l’utente ad iscriversi al servizio. Ci sono già molti siti che hanno creato tutto il loro business cercando questo tipo di affiliazione e dando ai propri utenti tutti i tipi di coupon immaginabili organizzati per categorie.

7. Viaggi

Anche i siti che promuovono viaggi e prenotazioni online fanno parte di molte campagne di affiliazione. Se hai un blog di viaggio perché non scrivere un tutorial su come utilizzare uno dei loro servizi mostrandone le qualità?

8. Raccolta dati ( Lead )

Alcuni programmi di affiliazione sono chiamati Pay per Lead. Si viene pagati nel momento in cui si porta un utente sul sito del merchant (produttore) e questo si iscrive per esempio a una prova gratuita o inserisce nome e mail per iscriversi alla newsletter. In cambio l’utente può ricevere diversi compensi, come la possibilità di vincere un iPhone, coupon o simili.

9. Prodotti Finanziari

L’area finanziaria è una di quelle retribute meglio. Ad esempio, esistono siti dove possiamo troavre le recensioni di diversi broker a cui sono affiliati.

10. Abbigliamento

Anche nel abbigliamento è ampiamente diffuso l’utilizzo dell’affiliazione. Sono moltissimi i negozi e i grandi brand disposti a dare una percentuale della vendita fatta tramite i link di affiliazione.

11. Prodotti Elettronici

I portali che vendono prodotti elettronici come telefoni, televisori, lavatrici, elettrodomestici ecc… fanno largo uso del sistema di affiliazione. Ricorda che molti di queste sono campagne mondiali, quindi possiamo targhettizzare paesi al di fuori dell’Italia.

12. Perdere Peso

Questo è uno dei più redditizi se si trova il giusto pubblico a cui promuovere dei validi prodotti. Diciamo che è un ever green del web. Se sei esperto in materia è sicuramente uno dei vertical da provare, magari con un blog che raccoglie anche le esperienze dirette dei consumatori.

13. Sondaggistica

Si può essere pagati per sia per fare i sondaggi, ma anche per portare sondaggisti a siti che si occupano di questo.

14. Installazione di applicazioni

Ci sono aziende che sono disposte a pagarci se portiamo l’utente a scaricare e installare una loro applicazione.

15. Giochi Online / Gambling

Un altro settore in cui possiamo trovare programmi di affiliazione per monetizzare sono i giochi online. Una raccomandazione: leggi bene le norme dei programmi prima di promuoverli perchè spesso sono legati a vincoli di età.

16. Immobiliare

Molti programmi di affiliazione nel ramo immobiliare offrono soluzioni su PPC, ovvero veniamo retribuiti quando qualcuno clicca su un annuncio o su banner nel nostro sito e viene portato sul portale immobiliare.

17. E-commerce in generale

Se pensi che sul tuo sito transitino visitatori interessati ai prodotti di un e-commerce, piccolo o grande, di tua conoscenza, allora è opportuno mettersi alla ricerca del programma di affiliazione di questo sito. Cercalo sul sito stesso o fai una ricerca in Google con “nome-sito programma di affiliazione” o, se estero “nome-sito affiliate program”.

18. Prodotti per mamme e bambini

Un altro canale immortale, nel quale la gente è disposta ad investire è quello legato ai figli e alla famiglia in generale: in rete troverai parecchie opportunità in un mercato che non smette mai di essere profittevole.

Quanto guadagna un affiliato?

Ovviamente dipende da svariati fattori, c’è chi ha costruito una vera e propria fortuna vendendo prodotti altrui.

Tutto dipenderà dalla bontà dei prodotti che saprai scovare e dalla tua abilità nel pubblicizzarli come si deve.

Di programmi di affiliazione ce ne sono veramente un infinità. Ora che sai della loro esistenza, e che hai capito cosa sono, è arrivato il momento di creare il tuo sito web, posizionarlo in una nicchia specifica, e provare a fare il lavoro commerciale dell’affiliato.

Pensi che quella dell’affiliato sia una buona opportunità per te? Guarda l’introduzione gratuita del Corso di Affiliate Marketing, che ti insegnerà gli strumenti giusti per sfruttarla al meglio.

19. Blogger

Se sei appassionato di qualche cosa in particolare perché non cominciare a monetizzarla?

Partendo da un semplice blog si possono intraprendere diverse attività, come quella di publisher, ma anche di affiliato o vendita diretta di prodotti.

Non ci sono limiti per gli argomenti da trattare, quindi prendi il tuo hobby, prendi la tua passione e apri un blog parlando di quello!

Per esempio:

  • Gli appassionati di bonsai
  • Gli apicoltori
  • I coniugi separati
  • I viaggi
  • Gli amanti dei fumetti
  • ecc… per tutti gli argomenti che ti vengono in mente.

Vuoi qualche altro spunto? leggi Idee per un blog: come trovarle

Inizialmente sarebbe meglio che la nicchia fosse ristretta. Per ottenere la propria fetta di mercato non consigliamo di lanciarsi in macro argomenti, come per esempio “tecnologia”, ma di scendere nel dettaglio specializzandosi in un contesto meno amplio.

Una volta che avrai conquistato il tuo pubblico riuscirai ad espandere velocemente la tua nicchia, andando a toccare tematiche vicine a quella già trattate.

Ecco delle idee, invece, per la tipologia di Blog da potere creare.

20. Blog in formato articolo

Raccogli e organizza informazioni su una specifica tematica sotto forma di articoli.

21. Blog in formato intervista

Raccogli testimonianze, crea un’intervista tipo da inviare a esperti o opinionisti di un specifico settore e pubblica le loro considerazioni.

24. Blog in formato recensione

Sei un esperto di scarpe da tennis? Un esperto di cellulari? Allora saremo lieti di sentire il tuo parere su diversi e nuovi prodotti.

Questo si può fare su qualunque prodotto/servizio si possa trovare in rete.

25. Crea dei podcast

Un podcast è una trasmissione audio o video registrata digitalmente e messa a disposizione in rete.

Se ti sei perso una puntata della tua trasmissione radio preferita puoi trovarla online (sempre che la radio li utilizzi) e ascoltarla quando preferisci.

Moltissimi podcast sono gratuiti, ma esistono anche quelli a pagamento, che ognuno di noi può realizzare.

26. Crea un V-Blog

Un V-Blog è un blog che utilizza i video come strumento di comunicazione.

È più impegnativo rispetto ai precedenti perché richiede più tempo e più competenze per la realizzazione, ma sicuramente troverai meno concorrenza in rete e i video ti daranno un sicuro vantaggio rispetto ad altri.

27. eBook

Cos’è un eBook? Sicuramente avrai già sentito la parola prima di ora e probabilmente ti sarà capitato di scaricarne qualcuno.

Un eBook è un “libro digitale”, un testo che può essere letto da smartphone, tablet e computer. L’eBook è uno strumento che consente di mettere a disposizione qualunque tipo di contenuti, testi, immagini, illustrazioni, collegamenti iper testuali ecc…

Hanno il vantaggio di essere facili da realizzare, economici (quindi appetibili al grande pubblico), facili da scaricare, da collezionare e possono essere anche interattivi.

Considera che anche per gli eBook ogni argomento è valido, proprio come per il Blog. Ecco alcune tipologie di titoli da cui prendere ispirazione:

  • Come … in un determinato periodo di tempo
  • I 100 trucchi per …
  • Gli errori che non devi commettere quando …
  • Come fare soldi vendendo…
  • La guida passo passo per …
  • Le cose che devi sapere prima di …
  • … e mille altre possibilità!

28. Fare il Freelance

Vendi la tua competenza online su siti che mettono in contatto Freelancer con chi cerca lavoratori.

Per citare due siti di riferimento nominiamo  UpWork o Twago, ma ci sono anche molte altre possibilità.

Dopo l’iscrizione avrai una pagina profilo da compilare inserendo tutte le informazioni utili ad identificarti.

Successivamente potrai cercare annunci di lavoro che rispondono alle tue caratteristiche e potrai rispondere alle richieste che ti arriveranno.

Se dimostrerai di essere un buon lavoratore e una buona risorsa potenziale per un’azienda sarai sicuramente contattato.

29. Realizzatore di siti web

Oggi, creare un sito web non richiede nessuna competenza tecnica. Grazie a strumenti come WordPress, i temi e i plugin si può imparare in pochissimo tempo a realizzare siti web professionali.

È ovvio che inizialmente, non potrai pretendere di avere clienti come la Coca-Cola, ma il mercato è ampio, e sicuramente troverai quelli con il budget adatto a te, sui quali puoi fare esperienza prima di ampliare la tua professionalità.

30. Ghost Writer

Se ami scrivere, ma non hai (o non vuoi avere) un blog personale, puoi decidere di scrivere per altri.

Ci sono moltissimi siti che hanno bisogno di scrittori “anonimi” per popolarli di contenuti. Il content marketing si basa sui testi e c’è sempre ricerca di buoni scrittori.

31. Editor o Proof Readers

Chiunque scrive conosce bene l’esigenza di avere una persona che rilegga il proprio lavoro prima della pubblicazione.

Quando si scrive, infatti, si può rileggere mille volte il proprio articolo, ma probabilmente non riusciremo a trovare tutti gli errori, o i concetti male espressi, come se lo facesse qualcun altro.

32. Moderatore di Forum

Navigando nella rete ti sarà capitato di finire su un forum, un posto dove le persone condividono le proprie passioni e si aiutano a vicenda per risolvere un problema.

In questi posti c’è bisogno di regole ed ordine per evitare il caos. Chi si occupa di questo è il moderatore.

33. Graphic Designer

I grafici si differenziano per specializzazione (loghi, immagine coordinata, brochure, volantini, illustrazioni ecc); ci si può proporre sia come libero professionista, ma anche attreverso siti che vendono le creatività come GraphicRiver.

34. Traduttore

Conosci qualche lingua? Anche la figura del traduttore riscuote molto successo. Le aziende che hanno capito che internet consente di espandere i propri confini, spesso non hanno una risorsa interna per tradurre i loro contenuti.

Questo è il momento per sfruttare questa occasione, ma occorre fare in fretta, perché l’offerta si sta espandendo rapidamente.

35. Assistente/Segretaria Virtuale

Eh si, il lavoro online è arrivato anche a rimpiazzare la classica segretaria seduta nell’atrio dell’azienda.

In caso di piccole realtà, che non dispongono dei fondi necessari per assumerne una o che vogliono comunque mostrarsi con un’immagine più professionale al mondo, esistono servizi dedicati che offrono pacchetti con costi differenti a seconda del numero di chiamate ricevute.

36. Social Media Marketing

Magari il termine non ti dice nulla, ma se lo abbiniamo a Facebook puoi avere un’idea di cosa stiamo parlando.

Nell’ambito del social media marketing si trovano diverse figure professionali, alcune richiedono una specializzazione più elevata, altre meno.

Se sei capace di interagire con le persone, se sai essere spiritoso, cordiale e interessante, potresti essere adatto per collaborare con un gruppo che si occupa nella gestione di pagine Social.

37. Tester per Siti Web e Applicazioni

Prima di lanciare un sito web, una web app o un’applicazione si deve necessariamente superare una fase di test in cui, persone “comuni”, che rappresentano i potenziali utilizzatori, si interfacciano per la prima con le sue funzionalità.

Questo permette agli sviluppatori di avere il feedback più autentico possibile sugli aspetti da migliorare, correggere, integrare.

38. Ricercatore di contenuti

Molte realtà, sopratutto quelle con uno staff editoriale limitato, necessitano di collaboratori esterni per ricercare testi, documenti, materiale ecc.

Bisogna sapere usare bene i motori di ricerca, avere un occhio veloce nella lettura e avere capacità riassuntive.

39. Data entry

È un lavoro lungo e noioso, ma facile e che richiede davvero poche competenze. Ci sono aziende che devono riempire di dati i propri database, i propri siti web di pagine prodotto, le schede tecniche di tabelle, i blog di articoli e così via.

È sicuramente una di quelle professioni che potrebbe fare quasi chiunque, basta una minima conoscenza dei software da utilizzare e del tempo a disposizione. Probabilmente non ti farà diventare ricco, ma sicuramente riuscirai ad arrotondare il tuo stipendio mensile.

40. Contabile

I software di contabilità online hanno agevolato moltissimo la gestione delle fatture, dei bilanci, delle spese di un’azienda ecc…

La necessità di avere un contabile a tempo pieno è diminuita e può essere soppiantata da un servizio di gestione della contabilità completamente digitale.

41. Artista

Sei un artista? Perché non provare a vendere le tue opere e la tua competenza direttamente online? La visibilità è la differenza che ti porta fuori dall’anonimato.

42. E-commerce: vendi i tuoi prodotti

Hai un prodotto da vendere? Niente di meglio di un e-commerce per espandere il tuo business.

Se possiedi già un blog o un sito web puoi sfruttare la tua competenza per vendere prodotti inerenti all’argomento del tuo sito.

Quello che devi ricordare è che per avere successo, devi costruirti un blog valido, che fidelizzi i tuoi utenti: un seguace fedele è un cliente sicuro!

43. Ecommerce: Vendi i prodotti di altri

Se non hai prodotti da vendere puoi, come nel caso delle affiliazioni, costruire un e-commerce per mettere a disposizione del mondo i prodotti di una determinata azienda, di un rivenditore locale o di una realtà che conosci bene.

In alternativa puoi anche cercare qualche prodotto innovativo, unico, poco conosciuto, di nicchia.

Il segreto per avere successo nel mondo della vendita online è principalmente legato alla bontà del prodotto.

Se un prodotto è troppo inflazionato ti scontrerai inevitabilmente con competitor che già conoscono il mercato e che sono già posizionati al meglio sui motori di ricerca, ma se troverai un prodotto interessante, poco conosciuto e che ha caratteristiche uniche, ti costruirai in breve un portfolio clienti adeguato.

Come puoi vedere non ci sono delle regole ben precise, ma la fantasia nel trovare soluzioni è la base per inventarsi un lavoro online.

Il mondo dell’eCommerce ti interessa? Guarda l’introduzione gratuita del Corso eCommerce che insegna a fare le cose nel modo corretto e in poco tempo.

44. Ebay – Amazon

Nulla vieta che oltre ad avere il tuo e-commerce puoi vendere prodotti su delle piattaforme cone Ebay o Amazon.

Concettualmente sono diverse rispetto ad avere il proprio sito e, come ogni cosa, va capita la strategia per avere successo.

Per raggiungere buoni livelli dovrai innanzitutto dimostrare competenza sul prodotto che decidi di vendere, fornire un supporto clienti valido, spedire gli ordini con regolarità, in tempi brevi e, una volta fatto, anche tu potrai diventare un rivenditore di cui la gente si può fidare.

45. Artigiano online

Ti piace creare oggetti fatti a mano? Perché non pensare di venderli nel tuo nuovo shop online?

46. Oggetti in Cera

Per esempio se crei delle candele di ogni forma e colore, sarebbe bello fare un sito specializzato nella creazione artigianale di oggetti fatti in cera.

47. Gioielli personalizzati

Esprimi la tua creatività tramite la creazione di gioielli. Potresti creare una tua collezione oppure promuovere un servizio unico di personalizzazione. Per esempio producendoli con le iniziali o altri elementi unici per ogni cliente.

48. Negozio di Sapone

Saponi di tutte le forme, colori, profumi. Il negozio online più profumato della rete!

49. Borse fatte a mano

La creazione di borse fatte a mano, oggetti in cuoio come portachiavi, contenitori in pelle particolari, la rete è sempre alla ricerca di nuove idee da acquistare.

50. Tutto quello che ti viene in mente

Pensa a un prodotto. Ora fai una ricerca in rete per vedere se ci sono altre persone che già lo vendono. Cerca di capire se il tuo prodotto può essere di interesse a qualcuno.

Diventa operativo e crea un e-commerce! Ad oggi, se hai le nozioni, in pochi giorni puoi essere online.

51. Produttori White Label

Forse non ne sei a conoscenza, ma ci sono delle aziende chiamate White Label che creano prodotti senza etichetta, chiamati appunto “etichetta bianca”.

In questo modo offrono la possibilità di personalizzarli e di rivenderli così il proprio brand. Se creiamo un sito, o lo abbiamo già, possiamo trovare l’azienda white label che produce il prodotto affine al nostro pubblico e venderlo direttamente da nostro sito.

52. Formazione

Per formazione non si intende solo quella prettamente scolastica. Prova a pensare a qualcosa in cui sei esperto, qualcosa che ti riesce bene.

Di qualunque cosa si tratti, pensa che c’è sicuramente qualcuno che vorrebbe saperla fare come te.

Puoi fornire lezioni private o a piccoli gruppi di persone creando dei webinar, una sorta di “gruppo di incontro” in rete che ascolta una conferenza e che può interagire attivamente tra loro e con il docente.

Questo tipo di attività è in continua crescita negli Stati Uniti e nei paesi del nord Europa, ma noi italiani siamo ancora restii ad utilizzarla.

È un mercato fiorente, in espansione, e ancora ricco di opportunità. In questi ambiti si mettono in gioco le proprie competenze, ma l’aspetto positivo è che quasi ogni attività e ogni processo produttivo può essere spiegato tramite la rete.

Alcune idee per fare formazione online:

52. Coaching Online

È un tema hot che sta venendo fuori negli ultimi tempi. Se per esempio hai lavorato in azienda e sai capire le relazioni fra le persone, grazie a un programma di choacing puoi diventare un supporto prezioso per qualsiasi gruppo di lavoro o singolo che hai bisogno di un punto di riferimento con cui confrontarsi.

53. Come scrivere un libro

Tra il nostro staff c’è più di una persona che ha pensato “devo scrivere un libro prima di morire”.

Se sei già uno scrittore o se sei appassionato in materia puoi vendere le tue competenze e seguire passo dopo passo i nuovi scrittori in erba.

54. Tecniche di apprendimento

Le strategie per leggere più velocemente, per memorizzare meglio le informazioni, per studiare con metodo, per superare un esame, sono molto popolari.

Un blog che le cataloga con abbinata una sezione per riunioni via skype potrebbe essere un prodotto che ancora è carente sul mercato.

55. Imparare a cantare/suonare

Chi di noi non ha sognato di diventare una rockstar? Se sei un musicista o un cantante puoi mettere a disposizione le tue competenze grazie a video corsi, esercizi audio scaricabili ecc..

56. Corsi di cucina

È vero, è un mercato inflazionato, ma la passione per la buona cucina è sempre presente (sopratutto per noi italiani).

L’idea potrebbe essere quella di specializzarsi in un vertical poco esplorato: cucine alternative, riciclaggio del cibo, conservazione, alimenti particolari, cucina esotica e alternativa…

57. Consulente

Se vuoi metterti a disposizione in prima persona, puoi decidere di vendere le tue competenze sotto forma di consulenze online.

Ormai strumenti di comunicazione come Skype sono universalmente riconosciuti e utilizzati nel mondo del lavoro e migliaia di professionisti li utilizzano per fornire la propria consulenza, ad aziende e privati, stabilendo un compenso in termini di tempo.

Potrai fare videoconferenze con chiunque necessiti della tua professionalità e potrai comunicare con i tuoi clienti in qualunque momento della giornata.

Chi ti sta scrivendo lavora da 16 anni con decine di aziende utilizzando la semplice email e le riunioni in skype come unico strumento di comunicazione.

Ecco alcune idee per diventare un Consulente online.

58. Consulente di Software informatici

Ormai l’utilizzo di software è fondamentale per qualunque tipo di professione. Alcuni prodotti sono universalmente conosciuti, come ad esempio il pacchetto office, altri meno, ma spesso sono più funzionali e più specifici per ogni singola esigenza.

Trovare dei software da proporre per realtà specifiche, promuoverli e fare consulenza remota potrebbe aprire diversi nuovi mercati.

59. Consulente di viaggio

Ecco un mercato che non muore mai: i viaggiatori sono sempre alla ricerca di soluzioni più economiche rispetto alle tradizionali agenzie di viaggio e l’esperienza di persone che hanno visitato posti particolari è particolarmente attrattiva per chi vuole consigli in merito.

60. Organizzazione eventi/matrimoni

Una figura poco conosciuta nel mondo della rete italiano, ma già d’uso comune in molti altri paesi. Potresti effettuare una ricerca su siti esteri per capire quali competenze occorrono e come si propongono al pubblico, in modo da riproporre un’esperienza vincente anche in Italia.

61. Consulente per la forma fisica

Anche le attività legate al fitness possono essere veicolate tramite la rete, si possono preparare dei filmati o dei pdf su come realizzare correttamente gli esercizi, si possono fare video lezioni sulla postura, su esercizi specifici per rafforzare determinati muscoli, sugli integratori da utilizzare e così via.

62. Consulente per la seduzione

Forse sembrerà ridicolo, ma ti assicuriamo che le ricerche in questo campo sono numerose, se pensi di essere un vero latin lover o una donna che riesce a far cadere tutti gli uomini ai propri piedi è il momento di far fruttare le tue “competenze”.

63. Cura degli animali

La passione per gli animali domestici è universale e la gente spende cifre davvero assurde per far stare bene i propri cuccioli.

In un blog si possono racchiudere le tecniche di addestramento, i modi per farli cresce in salute, i prodotti migliori per la cura del proprio animale.

Questo è un vertical che si presta bene anche ad un commercio di prodotti specifici venduti con le affiliazioni, vestitini, collari, accessori ecc.

64. Yoga, spiritualità, meditazione

In un mondo troppo frenetico, il numero di persone alla ricerca di modi per rilassarsi e per far scendere la tensione di una giornata lavorativa è sempre in aumento.

Se sei esperto in materia diventa subito operativo e monetizza con le varie tecniche di advertising, affiliazione, vendita prodotti e consulenze.

65. Giardinaggio

Sei un appassionato di piante? Ecco l’idea che fa per te: metti a disposizione la tua competenza e cerca di specializzarti su piante poco conosciute o di cui si trovano poche informazioni, potresti sorprenderti del numero di persone che cerca informazioni su di esse…

Ricapitolando…

Siamo giunti alla fine di questo lungo articolo, che speriamo ti abbia  regalato qualche spunto interessante per inventarsi un lavoro online.

Quello che ci preme ricordare è che l’unico modo per avere successo nel mondo della rete è quello di offrire qualità, dotarsi degli strumenti giusti e perseverare con costanza nel raggiungimento del tuo obiettivo.

Se vuoi partire subito con la creazione del tuo sito segui i nostri
3 video gratuiti. Ti spiegheranno come scegliere il nome del tuo dominio, come comprare lo spazio hosting e come installare WordPress. Ti occorreranno solo pochi minuti e avrai il tuo sito
pronto per essere riempito di contenuti!

Una volta che avrai fatto il primo passo nel web potrai approfittare dei video corsi Webipedia, che ti consentiranno di costruire un sito professionale, senza fatica e senza bisogno di competenze tecniche di alcun tipo.

Se sei arrivato alla fine della lettura di un articolo così esaustivo è evidente che l’argomento ti interessa particolarmente.

Ringraziandoti per averlo letto, ti invitiamo alla lettura di un altro articolo che sicuramente apprezzerai: e che parla di Come Guadagnare Online, buona lettura!

Se hai un dubbio o una domanda, scrivila nei commenti qui sotto.
Ti risponderemo in brevissimo tempo!

7 commenti
    • Lorenzo
      Lorenzo dice:

      Ciao Gianmarco,
      ci sono molte piattaforme online dove proporsi.
      Una fra queste, che utilizziamo anche noi per reclutare freelancer, è upwork.com.
      Creati un account, inserisci quello che sai fare e compila il tuo profilo.
      Potrai inoltre vedere quello di cui hanno bisogno coloro che danno lavoro e nel caso proporti.

      Buona giornata

  1. Chiara
    Chiara dice:

    GRAZIE, molto esaustivo, conciso e semplice… ma mi chiedevo… è necessario aprire una partita iva? anche per vendere, che ne so, foto? e per gli e-book, come fare per i diritti d’autore? Insomma, sto cercando di capire come muovermi prima di licenziarmi :)

    grazie in anticipo e buon lavoro!
    Chiara

    Rispondi
    • Lorenzo
      Lorenzo dice:

      Ciao Chiara,
      il consiglio che ti posso dare è quello di incominciare la tua attività online prima di pensare al licenziamento (se non hai altre forme di ingresso).
      Non è facile visto che ti troverai con un doppio lavoro e ci vorrà un po’ più di tempo, ma almeno potrai agire e decidere con coscienza.
      Per quanto riguarda la partita iva dipende. Tieni in considerazione che ogni forma di guadagno è tassata.
      La modalità di tassazione dipende dal tipo di attività e dal paese in cui ti trovi.
      Perntanto la cosa che devi fare è andare da un commercialista e dirgli quello che vuoi fare.

      Buona giornata

  2. Denis
    Denis dice:

    Buongiorno, intanto complimenti per il vostro sito!!! Sono un ragazzo di 32 anni che da un paio di mesi ha perso il lavoro. Mi piacerebbe iniziare questa attività anche se non dispongo di grandi capitali e sono un neofita del settore. é possibile iniziare anche con pochi soldi? e possibile capire cosa poter vendere cercando magari qualche nicchia? grazie

    Rispondi
    • Lorenzo
      Lorenzo dice:

      Ciao Denis,
      grazie per averci contattato.

      Il web offre molte e diverse opportunità, dipende da cosa sai fare al momento e da cosa ti piacerebbe fare nel futuro.
      Le persone che lavorano da casa connessi ad una rete sono sempre di più.
      I lavori che si possono fare, sono proprio tanti e non per forza legati alla creazione di siti web.

      Detto questo, al giorno d’oggi, costruire siti web è diventato molto semplice e alla portata di tutti, anche per i non tecnici.
      Quindi puoi creare siti per gli altri, ma puoi anche creare siti per te stesso. Siti o blog che parlano della tua passione.
      Infatti devi sapere che avere del traffico sulle pagine del proprio sito significa avere la possibilità di guadagnare, o vendendo prodotti (tuoi o degli altri), oppure consgliando prodotti degli altri, ma anche ospitando pubblicità.

      Cerca di capire cosa ti piace e incomincia a provare qualcosa. Solo sperimentando potrai capire dove vuoi arrivare.
      Se però hai bisogno di entrare mensili fin da subito, non sono qui a dirti che ho la bacchetta magica che risolve i tuoi problemi.
      Anche perché molto dipende da te, dalla tua volontà e caparbietà.
      Potresti comunque cercare un lavoro temporaneo e intanto, la sera, dedicare un tot di tempo nello sviluppare qualcosa di nuovo tramite internet.

      Se hai intenzione di investire un po’ di ore e impegno per costruire qualcosa di reale, allora i video corsi Webipedia fanno al caso tuo.

      Se, invece, stati cercando il bottone magico che risolve il lato economico della vita, allora mi dispiace, ma non lo conosco.

      Per quanto riguarda la tua domanda sulla spesa iniziale. Si è possibile incominciare anche con pochi soldi.

      Per mettere in piedi un sito devi mettere a budget il costo del dominio e hosting (vedi: SiteGround), ma anche del tema, perché con quelli free non si arriva a grandi risultati.

      Come soluzione tutto in uno ti consiglio i temi e plugin della Elegant Themes.
      Con un’unica soluzione infatti hai accesso a tutti i loro prodotti.
      Per esempio potresti incominciare con il tema Divi e il plugin Bloom per raccogliere inscritti alla tua newsletter.

      Per quanto riguarda le nicchie, certo, sono la cosa fondamentale.
      Ma quello che più importa è che tu sia appassionato della nicchia che andrai a trattare.
      Devi essere un esperto.
      Più la nicchia è di settore, più andrai in breve tempo a diventarne un punto di riferimento, se lavorerai sodo.

      Puoi anche diventare esperto di vendita online, caso in cui non vai a vendere un solo tuo prodotto, ma vai alla ricerca di chi i prodotti li ha, ma non li sa vendere. Si insomma lavorando come commerciale virtuale.

      Come vedi si può fare veramente tanto, ma devi spendere un po’ di tempo a capire cosa vuoi essere.

      Spero di esserti stato d’aiuto, se hai domande sono qua.
      Buona giornata

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *