Idee per un blog

Se hai deciso di leggere questo articolo è perché anche tu, come molti altri prima e dopo di te, sei giunto al momento fatidico di porti la domanda delle domande: E ora cosa scrivo? Dove trovo le idee per un blog?

Che tu sia un esperto di comunicazione o un neofita si è appena approcciato al mondo dei blog, fa poca differenza, la crisi da idee può colpire chiunque e in qualsiasi momento.

Per fortuna esistono molti rimedi e, per superare questo blocco psicologico, si possono adottare diverse soluzioni sia metodologiche che tecnologiche.

Prima di tutto però, è necessario farsi un piccolo esame di coscienza rischiando anche di sconfinare nel filosofico, ovvero dobbiamo chiederci chi siamo, cosa vogliamo e perché vogliamo scrivere un blog.

Per mantenere questa nostra “chiacchierata” su un terreno più pratico e prosaico, dobbiamo almeno tenere presente che esistono 3 macro tipologie di blogger:

  • Quelli che sanno bene cosa scrivere.
  • Quelli che scrivono per promuovere il proprio business o la propria causa.
  • Quelli che vorrebbero scrivere ma non sanno cosa.

Per i primi, fortuna loro, questa introduzione può risultare anche superflua ma, come gli altri, continuando questa lettura, potranno trovare utili spunti e suggerimenti sulle metodologie e gli strumenti da adottare per massimizzare i propri sforzi ottenendo i risultati prefissati.

I secondi, quelli che scrivono sul proprio blog spinti da uno scopo concreto e premeditato saranno più protetti dal “virus” del blocco dello scrittore ma, anche loro, non del tutto immuni.

Gli altri, la maggioranza dei blogger, possono trovarsi in balia degli eventi, spesso immobili a fissare un monitor bianco per interminabili minuti in attesa dell’ispirazione.

Per tutti comunque, trovare sempre un argomento nuovo ed interessante da postare sul proprio blog non è cosa semplice.

Cerchiamo quindi di analizzare quali sono le migliori azioni da intraprendere per non rimanere a corto di idee e con il sito vuoto di contenuti.

Idee per un blog: consigli pratici

Idee per un blog: consigli

#1 – Osserva gli altri blog

La prima cosa da fare e, forse, la più semplice ed immediata quando proprio le idee mancano è vedere cosa scrivono gli altri.

Leggere gli altri blog può essere un fonte inesauribile di suggerimenti per il proprio.

Soprattutto se si è in una fase embrionale del proprio blog, ovvero non è ancora online ma si è già individuata la propria nicchia di settore, è fondamentale osservare e studiare cosa fanno quelli arrivati prima di noi.

Ovviamente non si tratta di copiare un post o un articolo e riproporlo identico sul proprio sito, la scuola dovrebbe avercelo insegnato che nel lungo periodo questa strategia non paga.

Piuttosto è consigliabile partire da un lavoro già fatto, studiarlo per farlo proprio, rielaborandolo ed integrandolo con altre fonti, aggiungendo la propria esperienza e le proprie opinioni e, magari, citandolo nell’articolo con un link al post originale, aiutando così i tuoi lettori ad approfondire gli argomenti che proponi tu.

#2 – Ascolta i canali social

Una buona abitudine è essere presente su più social. Segui i trends del momento, anche loro saranno un’ottima fonte di idee per un blog con la certezza che l’argomento che tratterai sarà al centro degli interessi dei tuoi lettori.

Osserva attentamente e studia l’evoluzione dei gruppi Facebook e dei post che ottengono più mi piace, cerca su Twitter i temi più seguiti, iscriviti ai gruppi su LinkedIn che riguardano il tuo settore, amplia le tue cerchie e trova i maggiori feed su Google+.

Insomma cerca di essere più social possibile.

#3 – Fai ricerche e sonda i tuoi lettori

Un altro metodo molto efficace per trovare idee per un blog e capire cosa vorrebbero leggere i tuoi lettori sono le ricerche online.

E’ molto importante capire, all’interno della tua nicchia o settore, quali sono i termini maggiormente utilizzati nei motori di ricerca quando si cercano risposte su un determinato argomento.

Non basta scrivere qualche parola su Google e leggere i primi due, tre risultati.

Cerca di metterti nei panni del tuo potenziale visitatore e chiediti cosa cercheresti tu.

Per districarsi nel dedalo dei suggerimenti dei motori di ricerca si possono adottare alcuni ‘strumenti tecnologici’, di cui parleremo più avanti, nati proprio per rispondere a queste particolari necessità.

Se invece, hai la fortuna di avere già un nutrito esercito di fedelissimi seguaci, potresti prendere in considerazione la possibilità di effettuare un sondaggio attraverso una mailing list o appoggiandoti agli strumenti online che elencheremo più avanti; Google li offre gratuitamente.

#4 – Scegli e verifica le tue fonti

Le fonti sono fondamentali ma altrettanto fondamentale è utilizzare fonti corrette ed opportune.

Se, ad esempio, ho deciso di scrivere un post sulle novità della dichiarazione dei redditi tramite il modello 730 online, le mie fonti dovranno necessariamente essere quelle ufficiali, ovvero i siti dell’Agenzia delle Entrate, dell’INPS, dei CAAF e dei mezzi di comunicazione più autorevoli, quali ad esempio IlSole24Ore o ItaliaOggi.

Se invece vogliamo scrivere di tecnologia o informatica, non possiamo esimerci dal consultare i maggiori e più qualificati siti americani quali Techcrunch.com, Thenextweb.com o wired.com.

In ogni caso, le fonti dovranno essere più di una e con un’attenzione particolare alla data di pubblicazione. Viene da sé che un articolo sui migliori modelli di smartphone scritto nel 2012 non potrà essere preso in minima considerazione per un blog che parla di innovazione.

Infine per aggiungere credibilità al tuo articolo è consigliato inserire alla fine del tuo contenuto, le fonti utilizzate, soprattutto se ne riportiamo stralci o estratti.

Impara a fare da solo

Idee per un blog: strumenti utili

Idee per un blog: strumenti

Come accennato precedentemente, esistono molti strumenti che ci vengono in soccorso quando sentiamo il bisogno di scrivere sul nostro blog ma le idee non vogliono proprio saltare fuori.

Questi strumenti ci permettono di scoprire quali sono gli argomenti di maggiore interesse del momento e di ottimizzare i nostri articoli in ottica SEO per farci trovare dai navigatori del web e scalare le SERP (lista dei risultati delle ricerche) dei maggiori motori di ricerca.

Se vuoi approfondire l’argomento leggi come scrivere contenuti SEO in modo naturale,

Di seguito riportiamo solo alcuni dei molti prodotti disponibili sulla rete ed una rapida descrizione su come funzionano e a cosa servono:

Google Keyword Planner (Strumento di Pianificazione delle Parole chiave)

E’ un tool gratuito della grande famiglia AdWords. Come suggerisce il nome, è in grado di fornire un elenco delle parole chiave (Keyword) o della combinazione di parole più utilizzate sui motori di ricerca, per un determinato argomento e che quindi, potrai utilizzare sui tuoi post per essere trovato con più facilità.

Questa e molte altre procedure sono indispensabili anche per ottenere un buon posizionamento sui Motori di ricerca, come spiegato nel nostro corso SEO.

Google Trends

Google Trends è un altro utile e gratuito strumento che permette di analizzare una parola chiave sia nel tempo che nei contenuti. Con questo strumento possiamo capire quanto viene utilizzata una keyword e in quali contesti viene più usata.

UberSuggest

Ubersuggest è simile a Google Trends, inserendo una parola restituisce un elenco di relative keywords, con la possibilità di visualizzarle in formato txt per un veloce copia e incolla o di scaricarle direttamente sul proprio PC in formato csv.

Survey Monkey

Survey Monkey è un semplice ed utile programma, in versione gratuita e a pagamento, per la creazione e analisi dei risultati dei vostri sondaggi.

Idee per un blog: conclusione

In questo articolo abbiamo fornito alcuni suggerimenti per trovare idee per un blog che ti aiuteranno a non lasciarti sopraffare dalla mancanza di contenuti da scrivere.

Ora non ti rimane che metterti al lavoro per il tuo prossimo post!

Il blog ed internet più in generale, posseggono una potenzialità ed una caratteristica unica: mettono in comunicazione persone, idee e menti con una facilità e velocità inimmaginabile solo pochi anni fa.

Questa potenzialità va sfruttata e gestita, non aver paura di condividere la tua conoscenza con il prossimo, quello che sai insegnalo e quello che non sai imparalo.

Usa il tuo blog per comunicare e crescere, scrivi tutto ciò che ti va, ma fallo bene, prediligi la qualità alla quantità, sia nei contenuti che nella forma.

Non dimenticare di scrivere articoli SEO friendly, per farti trovare da chi ti sta cercando: scrivere il miglior post del mondo non serve a nulla se nessuno è in grado di vederti e di leggerti.

Ed infine ricorda le parole dei nostri avi:

“Ogni mattina un blogger si sveglia e sa che dovrà scrivere un post se vorrà che i suoi lettori continuino a seguirlo; Ogni mattina un lettore si sveglia e sa che troverà un post caldo caldo del suo blogger preferito. Non importa che tu sia un blogger esperto o dilettante, inizia a scrivere!”

Se hai un dubbio o una domanda, scrivila nei commenti qui sotto.
Ti risponderemo in brevissimo tempo!

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *