backup wordpress plugin

Il backup WordPress del tuo sito (sia dei file che del database), è una delle cose che devi fare per evitare di perdere irrimediabilmente tutti i tuoi dati.

Anche se nessuno mette in programma di essere hackerato o che il proprio server vada in crash, è sempre bene avere sottomano tutti gli strumenti necessari affinché il tuo progetto abbia una vita lunga, felice e senza problematiche.

Per fortuna, esistono parecchie soluzioni, anche gratuite, che consentono di salvare ogni cosa: i testi delle pagine, gli articoli di un blog, i messaggi, i commenti degli utenti etc.

Possiamo individuare 3 metodologie differenti:

  1. Usufruire del sistema di backup del nostro hosting.
  2. Fare backup manuali.
  3. Fare backup tramite plugin.

Analizziamole una ad una:

1. Backup WordPress tramite Hosting (SCELTA CONSIGLIATA)

Quando scegli un web hosting WordPress, fra i diversi aspetti che devi tenere in considerazione, uno dei più importanti è quello inerente al servizio di backup che l’azienda offre.

Prima di fare ogni cosa, verifica quindi che sia compreso nel pacchetto che intendi acquistare.

L’hosting che abbiamo scelto per Webipedia e che consigliamo a tutti i nostri studenti, ovvero SiteGround offre, anche nel pacchetto più piccolo, il backup giornaliero.

Quindi non scordarti di controllare anche la frequenza con cui il backup viene effettuato.

Logicamente se il backup è fatto giornalmente abbiamo il vantaggio che, se dovesse succedere qualcosa, avremo la versione aggiornatissima da ripristinare.

Ma attenzione! Un altro fattore da considerare è quante copie del backup vengono mantenute.

Paradossalmente, infatti, se dovessimo avere un backup giornaliero e 3 copie di backup mantenute (prima che l’ultima sia cancellata), qualora ci accorgessimo di un problema avvenuto la settimana prima, non avremmo comunque modo di riavere il sito funzionante.

L’altro aspetto importante che mi porta a consigliare un backup fatto direttamente con gli strumenti del piano di hosting è il fatto che, solitamente, si hanno a disposizione degli strumenti di ripristino molto semplici.

Per ripristino intendo il potere riabilitare il sito esattamente identico alla copia di backup che desideriamo.

Questo con cPanel viene fatto con un paio di click.

backup sito web wordpress

Logicamente ogni piano di hosting usa delle applicazioni differenti ed è quindi importante andare a curiosare per acquisire il minimo knowhow su questi strumenti.

Riassumendo, le cose da verificare e capire come utilizzare sono:

  • Frequenza del backup.
  • Copie di backup mantenute.
  • Ripristinare i file e il database.
Elegant Themes Prodotti

2. Backup WordPress Manuale

Un modo molto “casereccio”, ma a volte utile se si hanno tempi ristretti, è quello tramite un procedimento manuale.

Per eseguirlo dovrai entrare nel file manager del tuo cPanel, oppure via FTP, e scaricare manualmente tutti i file.

I file non sono però l’unica parte che compone il tuo sito.

Non ti scordare che senza il database non potrà funzionare!

Procedi allora, tramite cPanel o dal pannello di gestione hosting che stai utilizzando, nella sezione inerente ai database.

A volte trovi la funzione per scaricare il database, altre volte devi accedere all’applicazione che si chiama phpMyAdmin ed esportare il file direttamente da li.

Questo metodo è un po’ avanzato, ma non ti preoccupare, perché ci sono dei plugin, come per esempio WP Migrate DB, che eseguono l’esportazione del database direttamente dall’admin del tuo sito.

Se sei alle prime armi è consigliata questa strada.

Importante! Sia che utilizzi un plugin, sia che lo fai manualmente o con cPanel, la cosa importante da capire è che NON devi lasciare il backup del sito all’interno del server (spazio di hosting).

Immagina infatti di fare un backup del tuo computer sullo stesso hard disk in cui hai installato il sistema operativo e i file.

Cosa succede se questo si dovesse rompere? Perdi tutto.

La stessa cosa vale se un malintenzionato entra nel tuo server con la finalità di fare dei danni.

Pensi che ti lasci le copie del backup? Direi di no.

Quindi ricorda sempre di scaricare in locale sia i file che il database.

3. Backup con i Plugin WordPress

L’ultima modalità che analizziamo è quella di fare il backup del sito tramite uno dei plugin di WordPress a disposizione.

Le cose importanti da valutare, oltre al prezzo logicamente, sono le possibilità che ognuno di questi offre: dove viene salvata la copia di backup, la frequenza, il numero di copie e la facilità di ripristino di file e database.

Plugin Backup Premium vs. Free Plugin

Prima di decidere se scegliere un plugin a pagamento piuttosto che uno gratuito, cerchiamo di analizzare i pro e i contro di entrambi i tipi.

Il più grande – ed evidente – vantaggio del plugin gratuito è naturalmente il prezzo, ma ricorda sempre che generalmente “si ottiene quello che si paga”.

Il lato positivo, nel caso di prodotti online che interessano migliaia di persone, è che ogni plugin viene recensito da moltissime persone che l’hanno installato prima di te.

Questo offre sempre una garanzia, anche se non proprio definitiva del grado di soddisfazione raggiunto dagli utenti che l’hanno testato.

Tendenzialmente, un prodotto con un elevato numero di download e con recensioni positive è un prodotto affidabile.

I plugin premium offrono in genere, un miglior servizio di assistenza post-vendita. Se qualcosa non ti è chiaro, o se riscontri qualche problema durante i settaggi, riuscirai sempre ad interfacciarti in tempi brevi, con qualcuno in grado di risolvere il tuo problema.

Di solito sono persone molto amichevoli e disponibili, e faranno di tutto per non perdere un cliente e per migliorare il proprio prodotto grazie alle opinioni e ai suggerimenti di chi l’ha acquistato.

Un’altro chiaro vantaggio è la certezza degli aggiornamenti futuri, che, in caso di plugin gratuiti, non possono essere garantiti per ovvi motivi.

Come scegliere l’uno o l’altro?

L’ultima parola spetta a te, in base alla tua disponibilità economica, al grado di problema che devi risolvere e alla disponibilità o meno di prodotti soddisfacenti. Dovrai prendere la decisione migliore per la tua attività.

Intanto, per agevolarti nella tua decisione, diamo uno sguardo più da vicino ai migliori che abbiamo trovato, analizzando prima di tutto le caratteristiche che devono avere.

Caratteristiche chiave dei plugin di Backup WordPress

  • Automazione: siamo onesti, non ha molto senso un plugin che non sia automatizzato. A quel punto andrebbe benissimo eseguire un backup manuale ogni volta che se ne sente la necessità.
  • Facilità d’uso: regola valida sia per i neofiti che per gli utenti esperti in caso di danno: più il ripristino delle funzionalità di un sito è facile e veloce, meglio è.
  • Completezza: la possibilità di eseguire il backup dell’intero sito e di tutte le sue componenti è il primo aspetto fondamentale. Un plugin che esegue il backup solo di determinate parti del sito lascia comunque dietro di se parecchio lavoro da fare.
  • Supporto: se disgraziatamente dovessi incorrere un problema durante il ripristino di un backup è importante disporre di una risorsa a cui rivolgerti, in modo che possa aiutarti a risolvere il problema nel minor tempo possibile. Che si tratti di una sezione FAQ ben strutturata o un supporto dedicato è bene verificare la possibilità di trovare un valido aiuto da qualche parte.

Una volta stabilite le peculiarità che devi cercare, vediamo insieme i migliori a disposizione.

BackWPup

backup plugin wordpress backwpup

Questo plugin gratuito permette, con una procedura davvero semplice, di eseguire il backup di ogni componente del sito web su uno spazio cloud come Dropbox, Amazon S3, Rackspace etc.

Si può anche inviarlo tramite mail o salvarlo direttamente su disco fisso.

Un’altra peculiarità è che consente di programmare backup automatici in base alla frequenza di aggiornamento del sito.

Anche il ripristino del backup è un’operazione davvero semplice, eseguibile senza alcuna conoscenza tecnica grazie ad un tool che ti guiderà passo passo durante la procedura.

In questa lezione del Corso WordPress Base vi spiegheremo il funzionamento di questo plugin.

Per chi volesse disporre sempre di un supporto operativo, viene fornita una soluzione premium acquistabile, che dà il diritto ad un supporto prioritario del servizio clienti, alla possibilità di salvataggio su google Drive e ad altre funzioni interessanti.

UpdraftPlus Backup and Restoration

backup-plugin-wordpress-updraftplus

UpdraftPlus è uno dei plugin di backup gratuiti più popolari. Con oltre mezzo milione di installazioni e un parere straordinariamente favorevole (5 stelle su 5), dovrebbe essere sicuramente incluso nella tua lista di possibilità.

È possibile utilizzarlo per fare un backup su un cloud come Google Drive, Dropbox, Amazon S3 etc, oppure scegliere il trasferimento di tutte le informazioni su un server a tua scelta con un semplice trasferimento FTP.

UpdraftPlus viene proposto anche in soluzione Premium. Incluso nel pacchetto troverai 1 Gb di spazio su Updraft Vault, diverse opzioni di backup aggiuntive, un FTP sicuro, la possibilità di clonare i database, il backup automatico per l’aggiornamento dei temi WordPress e la possibilità di inviare backup in remoto.

Il prezzo varia a seconda del numero di siti in cui intendi installarlo.

Snapify

backup wordpress snapify

Gli sviluppatori di Snapify hanno pensato questo plugin per backup WordPress puntando tutto sulla facilità di utilizzo.

Backup + migrazione: nel link di anteprima troverai un video che mostra in 1 minuto l’intero funzionamento.

È un plugin del febbraio 2017, molto economico e che sta ottenendo buoni riscontri.

Ecco le caratteristiche principali:

  • Backup di ogni elemento del sito (database, plugin, contenuti, tema e settari).
  • Esportazione in 1 click (non serve collegarsi via FTP).
  • Download backup in file zip.
  • Ottimizzato per computer già lenti e con vecchie versioni di php.
  • Ripristino sito in 1 click.

VaultPress

backup-plugin-wordpress-vaultpress

Un nome, una garanzia: VaultPress è stata fondata di Matt Mullenweg (co-fondatore di WordPress) e il suo team Automattic.

È un servizio in abbonamento con diverse configurazioni e prezzi.

Offre una soluzione di backup in tempo reale automatizzato a partire da 3.50 $/mese che è ottimo per la maggior parte dei siti.

L’unico svantaggio quindi, è che si tratta di una piccola spesa ricorrente che va aggiunta in caso tu debba gestire diversi siti.

Detto questo, funziona in maniera impeccabile, operazioni come settare il plugin o ripristinare un database è solo questione di un click.

In alcuni pacchetti viene proposta persino una scansione per la sicurezza dei contenuti.

WP-DB-Backup

backup-plugin-wordpress-wp-db-backup

Molto poco è stato scritto nella pagina di plugin, e ciò farebbe pensare ad una votazione negativa.

Tuttavia, nonostante la mancanza di un testo esaustivo che ne descriva le caratteristiche, il WP-DB-Backuop è stato installato più di 400.000 volte e gode di una votazione molto alta.

Gli amanti della programmazione e della sperimentazione, potrebbero apprezzare il fatto che, il codice sorgente, è disponibile anche su GitHub.

Attenzione: come anche il nome ricorda, questo plugin esegue il backup del solo database, se sei alla ricerca di un prodotto completo, dovrai cercare una soluzione alternativa.

BackupBuddy

backup plugin wordpress backupbuddy

È il miglior plugin per principianti e forse il più popolare prodotto dedicato al backup WordPress.

Consente di programmare facilmente backup giornalieri, settimanali e mensili, e di memorizzarli su Dropbox, Amazon S3, Rackspace Cloud, FTP, Stash – il loro servizio di cloud – e anche via posta elettronica.

Avrai l’accesso al forum di supporto, agli aggiornamenti gratuiti e a 1 GB di spazio di stoccaggio per l’archiviazione dei tuoi file.

È anche possibile utilizzare BackupBuddy per spostare WordPress su un nuovo host senza tempi di inattività.

Duplicator

backup plugin wordpress duplicator

Ecco una soluzione che esegue un backup completo di tutto ciò che ti occorre per dormire sonni tranquilli.

Come i precedenti ha un numero di download elevatissimo con commenti molto favorevoli.

Consente di migrare, copiare o clonare l’intero sito da un luogo all’altro, opzione indispensabile se sei alla ricerca della ridondanza completa in caso il tuo server primario dovesse avere qualche problema.

Non è un plugin per principianti; lo stesso autore ricorda che sono necessarie conoscenze tecniche sopra la media per il suo corretto funzionamento.

BackUpWordPress

backup plugin wordpress backupwordpress

BackUpWordPress è un’altra valida alternativa per chi è alla ricerca di un’opzione eccellente (e gratuita).

Richiede una versione di PHP 5.3.2 o successiva quindi ti consiglio di verificare attentamente che la tua versione del software sia compatibile prima di procedere all’istallazione.

Effettua il backup di tutte le componenti del sito, non richiede procedure complicate e funziona utilizzando poca memoria.

Questo è un’ottimo vantaggio quando, ad esempio, si sta operando su ambienti di host condiviso.

Offre la possibilità di utilizzo dello zip e del mysqldump per backup più rapidi; se la tua priorità è la velocità, hai trovato il plugin che stavi cercando.

Tieni presente che se cerchi un posto diverso da un hard disk o da una mail per archiviare i backup, dovrai acquistare un’estensione che consente il salvataggio dei dati su un servizio di cloud storage come Dropbox e Google Drive.

Inoltre è disponibile un ulteriore pacchetto aggiuntivo che consente la duplicazione dei file in più posizioni.

Ultimo punto a suo favore: ha un supporto clienti disponibile in più lingue.

blogVault

backup-plugin-wordpress-blogvault

Considera blogVault se sei alla ricerca di una soluzione gratuita che offre il backup giornaliero del tuo sito WordPress.

Non offre il salvataggio automatico su DropBox, e richiede alcune operazioni di configurazione che ti faranno perdere un pò di tempo, anche se la documentazione afferma che è di facile installazione.

Il plugin si vanta di non utilizzare nessun local storage per i backup. Tutti i dati vengono gestiti offsite, garantendo che le risorse del tuo sito non vengano consumate.

blogVault offre anche backup incrementali per i siti web di grandi dimensioni.

Come scegliere il miglior Plugin di backup WordPress?

Ogni plugin di backup WordPress ha i suoi pro e contro. La decisione è soggettiva e dipende molto dal tipo di sito che si vuole proteggere e dal tipo di servizio di cui hai bisogno.

Quello che posso dire è che indubbiamente, i servizi a pagamento offrono maggiori garanzie e, in caso di siti davvero importanti che producono profitto, potrebbe essere la scelta più logica da fare.

Un piccolo investimento in cambio della garanzia che il sito sarà sempre attivo e a disposizione dei tuoi utenti.

È anche vero che, in caso di siti di piccole dimensioni, che magari non sono aggiornati spesso, o che fungono solo come sito vetrina, si può sicuramente pensare di affidarsi a uno degli ottimi plugin gratuiti che abbiamo recensito.

Quello che è fondamentale, per il proseguo sereno di ogni attività online, è che il backup ci sia!

Non mi stancherò mai di ricordare l’importanza del salvataggio delle informazioni. È per questo che la soluzione del backup eseguito direttamente dallo spazio hosting è sempre da preferire.

Quella serie infinita di 0 e 1 che compongono i tuoi file solo la cosa più importante che possiedi, e meritano di essere protetti e salvaguardati come un bene prezioso.

Se ti serve una guida per conoscere al meglio i backup WordPress, ti ricordo che c’è una lezione dedicata nel nostro Corso WordPress e che, grazie al supporto gratuito, potrai farci ogni domanda sull’argomento.

Visto che il backup WordPress è un argomento legato alla sicurezza, ti saluto con la nostra Guida completa alla sicurezza WordPress.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *