Differenze fra wordpress.com e wordpress.org

Quale siano le differenze tra WordPress.com vs WordPress.org è una domanda che viene in mente a chiunque si avvicini per la prima volta nella costruzione di un sito o un blog personale con WordPress.

Questo articolo spiega in modo esaustivo le differenze di entrambi i servizi, i pro e i contro, in modo da partire subito con la soluzione più adatta al tuo progetto.

Per non confonderti durante la lettura, stai attento quando si parla del .com piuttosto che del .org.

Sono tre lettere che fanno la differenza.

Come prima cosa, però, capiamo brevemente cosa sia un “Hosting”.

Qualsiasi tipo di sito, quindi anche quelli realizzati con WordPress, deve essere installato in uno “spazio web”, chiamato hosting.

L’hosting non è altro che un computer, online 24 ore su 24, che contiene i file del tuo sito e i suoi contenuti, permettendo così di essere visualizzato da tutti gli utenti che lo navigano.

Spieghiamo meglio il concetto con una infografica:

Cos'è un hosting

WordPress.org è Self Hosted, ovvero l’hosting è a carico dell’utente.

WordPress.org mette a disposizione gratuitamente i file di WordPress, i temi e i plugin, che possono essere installati sul proprio hosting.

Ai giorni nostri, però, l’installazione manuale non è più necessaria, poiché le aziende di hosting più preparate, come SiteGround, permettono di installare WordPress con un solo click.

La soluzione self hosted offre in più infinite opportunità e possibilità di personalizzazione, senza alcun tipo di limitazione. Ma questo lo vedremo meglio proseguendo nella lettura.

WordPress.com è Hosted, ovvero l’hosting è a carico dell’azienda di WordPress.com.

Quest’ultima dà la possibilità a chiunque di creare un blog gratuitamente o sottoscrivendo un abbonamento annuale. L’abbonamento è ovviamente a pagamento e permette di sopperire ad alcune fra le tante limitazioni che questa soluzione offre.

Ricordiamoci che WordPress.com rimane un sito “commerciale“, pertanto non illudiamoci di avere tutto e gratis.

Ma quindi, quali differenze ci sono? Cosa è meglio per il mio progetto?

WordPress.com vs WordPress.org – Pro e Contro

I pro di WordPress.org

  • I file e i plugin di WordPress sono sempre e comunque gratuiti.
  • Puoi installare tutti i temi che desideri (la scelta è molto più ampia rispetto a quelli messi a disposizione sul .com) e personalizzarli a piacimento fino ai minimi dettagli.
  • Puoi installare tutti i plugin di cui necessiti, fondamentali per estendere esponenzialmente le funzionalità del tema che sceglierai.
  • Hai il possesso reale di tutti i tuoi file e non sarai mai soggetto a decisioni che non dipendono da te. Potrai infatti decidere di personalizzare il codice del tuo sito senza dovere rendere conto a nessuno.
  • Puoi iniziare a guadagnare con il tuo blog grazie alla pubblicità di AdSense e di altri servizi similari, creare un eCommerce o gestire un business basato sulle affiliazioni.

I pro di WordPress.com

  • La registrazione è gratuita, così come lo spazio web base.
  • Non ci si deve occupare dell’installazione.
  • I backup e la protezione del server sono automatici e gratuiti.

I contro di WordPress.org

  • Dovrai occuparti di rinnovare il servizio di Hosting, ma con i rinnovi automatici si annulla questo piccolo inconveniente.
  • Dovrai occuparti dell’aggiornamento e del backup dei tuoi file, ma anche per questo aspetto esistono soluzioni semplici che si possono eseguire con un semplice click come spiegato nell’articolo backup per siti WordPress.

I contro di WordPress.com

  • Le funzionalità sono, come visto, limitate. Se vuoi di più devi pagare, e alla fine, se fai bene i tuoi calcoli, ti accorgerai che mantenere un sito “di un certo tipo” su WordPress.com comporta spese maggiori rispetto alla soluzione self hosted.
  • Nella versione gratuita, WordPress.com inserisce pubblicità sulle tue pagine (traendone profitto) senza che tu ci possa fare nulla.
  • Non puoi utilizzare tutti i temi e i plugin che desideri.
  • Non puoi guadagnare con il tuo blog inserendo pubblicità a meno che tu non aderisca al piano Vip che costa $5.000 al mese (e non c’è uno zero in eccesso). In più, prima di poter mostrare un annuncio, occorre un numero minimo di pagine viste ogni mese. WordPress.com può rivelare il numero esatto, ma anticipa che sono migliaia.
  • Le statistiche per analizzare i dati potrai consultarle solo utilizzando il loro strumento integrato. Questo è uno degli altri aspetti da tenere a mente quando si vuole mettere in piedi un sito di successo: utilizzare uno strumento come Google Analytics è essenziale per aumentare il traffico sul proprio sito, trovare opportunità per migliorarlo in ogni suo aspetto e conoscere a fondo i propri utenti.
  • È più complicato fare SEO, perché non si possono utilizzare strumenti come Yoast SEO.
  • Sono autorizzati a cancellare in ogni momento il tuo sito dalla rete se pensano che abbia violato in qualche modo i termini di servizio.
  • Anche pagando il servizio più costoso, ci sarà sempre la nota a piè di pagina che comunica che il sito “è stato fatto con WordPress.com“.
SiteGround Miglior Hosting

Gestione del nome dominio

WordPress.com:

  • La tua URL avrà il seguente formato: nome-scelto-da-te.wordpress.com, ovvero il tuo sito sarà un sotto dominio di wordpress.com.
  • Se vuoi la URL personalizzata, senza wordpress.com, allora ti costerà 18 euro/anno.
  • Se possiedi già un dominio e lo vuoi associare allo spazio che ti mettono a disposizione, spenderai 13 euro per l’operazione.

WordPress.org: 

Le offerte che le aziende di hosting e domini offrono sono molte e differenti, ma in questo articolo ci limiteremo a dire che per un buon servizio di partenza si arriva a spendere solo 60 dollari all’anno.

Te lo dico subito, tra questi, il migliore in assoluto è SiteGround. Leggi la recensione video sui migliori Hosting WordPress e ne capirai il motivo!

Nota importante su plugin e temi

Quello riguardante temi e plugin é uno degli aspetti su cui dovrai prestare maggiore attenzione, ed ecco il perché di questa nota a fine articolo. Rappresenta una delle più grosse limitazioni di cui stavamo parlando in precedenza.

Creando il tuo sito su WordPress.com sarai limitato alla scelta dei temi e plugin disponibili sulla loro piattaforma. Solo a quelli! Mentre con un sito self hosted hai la libertà di installare temi e plugin che desideri.

Potrai sceglierne tra centinaia, sia gratuiti che a pagamento, su marketplace come ThemeForest o Elegant Themes, realizzati da numerose software house che ti danno supporto per i prodotti acquistati. Spesso hanno un prezzo inferiore rispetto a quelli proposti sul .com.

È fondamentale poter utilizzare temi avanzati come quelli che vengono spiegati nei nostri video corsi. Questi ti permettono di costruire pagine web senza sapere scrivere una riga di codice, semplicemente trascinando visivamente gli elementi che andranno a comporre come desideri le tue pagine.

ATTENZIONE!

Ecco una lista di plugin che non potrai utilizzare su WordPress.com.

  • WooCommerce per realizzare eCommerce con WordPress
  • Yoast SEO per attuare la tua strategia di posizionamento sui Motori di Ricerca.
  • WPML per creare siti multilingua.
  • Vuoi guadagnare con la pubblicità? Allora ti serve un plugin come Advanced Ads che su WordPress.com non puoi installare.
  • … tutti i temi e plugin prodotti da terze parti (non di wordpress.com).

Conclusioni: cosa scegliere?

La nostra scelta è senza dubbio WordPress.org, ossia la versione self hosted.

L’unico caso in cui è vantaggioso scegliere di utilizzare WordPress.com potrebbe essere se hai intenzione di creare un blog “senza pretese”, in cui ti dedichi alla pubblicazione periodica di contenuti.

Se il tuo obiettivo invece è di creare un blog o un sito professionale, devi sicuramente affidarti alla soluzione WordPress.org self hosted.

Se non sai chi scegliere come fornitore di hosting, il nostro consiglio ricade senza dubbio su SiteGround, un’azienda specializzata in hosting per WordPress, che ti fornisce:

  • Un supporto Live Chat in tempo reale, senza attese, 24 ore su 24.
  • Un tecnico a disposizione pronto ad aiutarti ed intervenire là dove la tua conoscenza si ferma.
  • L’installazione di WordPress con 1 semplice click.
  • L’auto-aggiornamento del software.
  • Il back-up automatico dei tuo file e del tuo database.
  • La migrazione del tuo sito (se ne possiedi uno) sul nuovo spazio web, senza costi aggiuntivi per mano dei loro esperti.
  • E molto, molto altro. Scopri tutto il resto nella recensione del miglior hosting wordpress.

Viene utilizzato da noi, dai nostri studenti e dai clienti degli insegnanti di Webipedia.

Se hai un dubbio o una domanda, scrivila nei commenti qui sotto.
Ti risponderemo in brevissimo tempo!

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *