Come creare un sito di video corsi e venderli online

Come creare un sito di video corsi

Come posso creare un sito di video corsi online? Come avete creato Webipedia?

Queste domande ci sono state fatte molte volte, pertanto abbiamo deciso di scrivere un articolo per mostrarti il brainstorming iniziale che abbiamo affrontato all’inizio dell’avventura Webipedia, le scelte che abbiamo dovuto prendere e le riflessioni su un progetto di vendita di video corsi online.

Perché creare un sito di video corsi?

Penso fermamente che l’apprendimento tramite video corsi sia uno dei metodi migliori attualmente a disposizione.

Viviamo in una società globalizzata caratterizzata da un infinito numero di possibili mercati e nicchie da colonizzare.

Quindi se sei esperto nella tua materia e vuoi incominciare un’attività di questo tipo, non posso fare altro che appoggiare la tua decisione.

Lo studente ottiene molti vantaggi:

  • Ha la possibilità di seguire il corso quando e dove vuole.
  • Può mantenere il suo ritmo senza essere vincolato da altri studenti in aula.
  • Può rivedere più volte i passaggi a lui poco chiari.
  • Generalmente la spesa di un video corso è inferiore rispetto a quello di un corso in aula.
  • Se nel corso è compreso il supporto, allora il valore aggiunto è enorme.
  • E molto altro…

Anche per il docente ce ne sono diversi:

  • È un business scalabile – fatto il prodotto ne puoi vendere 1 o 10.000.
  • Ha la possibilità di raggiungere persone ovunque nel mondo.
  • Aumenta la sua authority perché il suo nome sarà conosciuto da più persone.
  • L’organizzazione del materiale didattico è facile (come per esempio aggiornare una video lezione).
  • Ha libertà nella gestione del tempo e del luogo dove insegna.
  • Investimenti minimi. Non servono enormi capitali per iniziare, basterà dotarsi degli strumenti giusti.
  • Fidelizzazione. Creare un video corso consente di creare una comunità di utenti ai quali proporre facilmente nuovi prodotti (tuoi o di altri).
  • E molto altro…

Come puoi vedere è un “gioco” dove vincono tutti, entriamo nel vivo dell’argomento.

Cominciare col piede giusto

Andrea, all’inizio di questa avventura mi ha citato due frasi – di cui non ricordo gli autori – che reputo stimolanti:

“Buttati, così il paracadute sei costretto a costruirlo in volo”.

“Salpiamo e poi mettiamo le vele dove tira il vento”.

Oltre al forte concetto motivazionale, partendo da queste due frasi, mi sento di aggiungere dei paletti per una migliore progettazione del tuo sito di video corsi.

  1. Il momento in cui vai online è solo l’inizio.
  2. Modella il progetto a seconda delle informazioni e dell’esperienza che raccoglierai sul campo.
  3. Essendo una creatura in evoluzione è inutile che crei un prodotto fatto e finito dietro mille supposizioni.
  4. Non innamorarti e incaponirti sulle tue convinzioni, potresti avere torto.
  5. Parti con il minimo indispensabile.
  6. Non prendere decisioni per cui non puoi tornare indietro.
  7. Lasciati aperte più porte possibili.
  8. Non conosci il futuro, te lo diranno gli utenti.
  9. Pensa sempre alla scalabilità del tuo progetto.

Vedrai che questi punti ti aiuteranno nelle fase successive, quando ti metterò di fronte a delle scelte da compiere.

SiteGround Miglior Hosting

Come avete creato Webipedia?

Webipedia è il frutto di un mix fra WordPress, Plugin, Tema Enfold e programmazione fatta su misura.

In questo articolo, però, andremo ad esplorare tutte le possibilità  per arrivare alla creazione di un sito di video corsi senza mettere mano al codice.

Quello che leggerai sono informazioni, ingredienti e alternative che ti diamo per superare le problematiche che, visto che sei in fase iniziale di progettazione, probabilmente non sei ancora arrivato a porti, ma che arriveranno.

Membership o eCommerce?

Prima di incominciare la tua avventura devi considerare gli aspetti che influenzeranno il tuo modello di business.

Come prima cosa rifletti sulla modalità di vendita del prodotto:

  • eCommerce di video corsi
  • Sito a membership (ad abbonamento)

Seguendo la scia di siti internazionali di successo, Webipedia nasce come sito a membership.

Avevamo predisposto due piani di abbonamento, mensile o trimestrale – offrendo per quest’ultimo un “costo mese” inferiore.

Lanciato il progetto abbiamo cominciato a raccogliere i feedback degli utenti per capire il loro grado di soddisfazione.

Questa per noi è stata un’ottima lezione: stesso prodotto proposto a persone di nazionalità diverse, può dare risultati completamente differenti.

Infatti il pubblico italiano del nostro vertical non si è dimostrato pronto per una soluzione a membership.

Fin da subito abbiamo avuto tante richieste, gli utenti erano entusiasti, ma avevano il desiderio comune di voler possedere il prodotto acquistato.

L’altro aspetto fondamentale è stata la paura nel sottoscrivere un abbonamento con un’azienda “sconosciuta”.

Eravamo consapevoli di non essere Sky, Wind o Vodafone, ma abbiamo trovato del vero “timore nel far accettare un abbonamento tramite Paypal.

La membership però aveva – ed ha tuttora – delle potenzialità di guadagno eccellenti.

Basti pensare ai numeri: 1000 utenti che ogni mese versano 25€, equivale ad una revenue di €25.000/mese.

Inoltre, con entrate mensili costanti provenienti dallo stesso utente, hai del margine per poterlo seguire nel tempo (supporto) senza preoccuparti dei conti e del rischio di andare in perdita sul singolo cliente.

Senza una libreria molto vasta però, il concetto di abbonamento decade, a meno che tu non prometta contenuti nuovi ogni mese, cosa che comporta più lavoro.

D’altronde chi pagherebbe 25€ al mese per non ricevere nulla?

Attualmente Webipedia è un eCommerce, ma stiamo valutando la possibilità di fare coesistere questi due modelli di business.

Download dei video corsi o streaming?

Un altro punto da discutere alla “tavola rotonda” è la modalità con cui deciderai di proporre le video lezioni.

  • Download dei video corsi
  • Streaming delle lezioni

Se chiedi agli utenti ti diranno “tutti e due”, ovvio.

Sarà una tua decisione stabilire le tue condizioni a seconda che si tratti di un eCommerce o di un sito a membership.

Se hai un sito a membership e non offri altri servizi oltre i video corsi – supporto, nuovi contenuti, ecc… – permettere il download è come darsi la zappa sui piedi.

L’utente medio passerà il primo mese di abbonamento a scaricarsi tutta la libreria per poi staccare immediatamente il servizio.

Se invece opterai per un eCommerce, allora permettere il download è quasi d’obbligo, sempre per il concetto del “desiderio di possesso” riscontrato nel pubblico italiano.

A livello didattico però, ci sono dei vantaggi per quanto riguarda lo streaming.

Se si mostrano i video in streaming, l’utente dovrà essere sulla pagina del tuo sito per visionarli. In questo modo vedrà sempre contenuti aggiornati e sarà facile per l’insegnante sostituire i video.

Inoltre, sulla pagina delle singole lezioni, potrai adottare un sistema di supporto che mostrerà come altri studenti hanno superato delle difficoltà.

Dove caricare i video corsi?

Sia che deciderai una strada piuttosto che l’altra, non dovrai caricare i video corsi sul tuo sito.

Il peso dei video è notevole e questo potrebbe compromettere la banda che hai a disposizione con il tuo piano di hosting.

La piattaforma che abbiamo scelto in Webipedia per proporre i video in streaming è Vimeo.

Nella sua versione Pro permette di nascondere i video dalla sua piattaforma (video privati), ma permette di includerli e mostrarli sul tuo sito.

Vimeo impostazioni privacy

Per quanto riguarda il download dei videoil file .zip contenente lezioni e corsi – puoi utilizzare un CDN (content delivery network).

Il vantaggio è che non avrai il tuo server sotto pressione e andrai a pagare “a consumo.

La spesa non è alta e se lo diventasse non avrai che da esserne felice: significherebbe che hai venduto molti video corsi!

Di CDN ce ne sono tanti, fra cui Max CDN, Amazon, CloudFlare, ecc… Noi utilizziamo Amazon.

Diversi setup per un sito di video corsi

WordPress + WooCommerce

Questa è la soluzione più semplice e, se sai già utilizzare WordPress, non devo aggiungere altro.

Se invece non hai mai utilizzato questa piattaforma, devi sapere che WordPress mette tutti nella condizione di poter creare in poco tempo un sito web professionale.

Per avere un unico punto di riferimento ed essere guidato passo per passo, ti consiglio di vedere la presentazione video del nostro pacchetto formativo WordPress 360.

Per poter vendere prodotti, sia fisici che scaricabili, troviamo in WooCommerce un alleato perfetto.

Ci sono anche altri plugin che permettono la vendita di prodotti scaricabili – come per esempio Easy Digital Download – ma seguendo il concetto dei 9 punti elencati ad inizio articolo, reputo WooCommerce lo strumento giusto per lasciarsi aperte più porte possibili.

Anche per WooCommerce abbiamo creato un video corso.

WordPress + Membership plugin

WordPress rimane sempre il caposaldo su cui si poggia il nostro progetto web.

Possiamo ampliare questo CMS e farlo diventare un sito a Membership sempre tramite plugin.

Abbiamo scritto un articolo a riguardo e, nel caso fossi interessato a questa soluzione, ti consiglio di leggerlo.

I migliori plugin WordPress per creare siti a Membership.

Fra i plugin consigliati ce n’è uno che è un estensione proprio di WooCommerce.

Inoltre WooCommerce ha un’altra estensione dedicata proprio alla creazione di un sito per la vendita di corsi online: si chiama Sensei.

Piattaforma Esterna – pro e contro

La formazione online è stato un vero e proprio boom e, dove si crea una novità, si trovano opportunità.

È per questo che stanno nascendo “come funghi” delle piattaforme che offrono soluzioni chiavi in mano.

Sono molte e non tutte identiche tra loro. Il loro tentativo è di diventare un unico fornitore per quanto riguarda hosting, creazione del sito, gestione pagamenti ecc…

Sono fatte molto bene e mettono a disposizione strumenti studiati ad hoc per l’apprendimento.

Ecco alcuni esempi:

Teachable, Newkajabi, LearningCart, UdemyAcademyOfMine, Thinkific, Ruzuku.

Ce ne sono anche altre, basta fare una ricerca su Google con keyword come “Create Online Course Website“.

Attenzione però. Ti consiglio di informarti bene su tutti, ma proprio tutti, gli aspetti a cui andrà incontro il tuo business.

  1. I costi di utilizzo hanno un fisso mensile?
  2. Prendono commissioni sui corsi venduti?
  3. Ho un limite di utenti?
  4. Che libertà di azione ho sui contenuti?
  5. E per la creazione di pagine o l’uso di Plugin?
  6. Dovrò studiare la loro applicazione proprietaria?
  7. Se un giorno voglio sganciarmi a cosa vado incontro?
  8. A che livello sono proprietario del mio business?
  9. Sono proprietario del database degli utenti?
  10. Sono libero di muovermi per creare le mie strategie di Marketing?
  11. Posso creare una newsletter?

Quando crei un sito di video corsi stai creando un business, una vera azienda online.

Per quanto mi riguarda voglio essere l’unico padrone di ogni cosa, non essere vincolato da nessuno ed essere il più libero possibile nel fare della mia azienda ciò che voglio.

Sempre ricordando i punti di progettazione che abbiamo visto all’inizio, non saprai veramente dove il tuo sito ti porterà, dovrai essere pronto a modellarlo a seconda delle opportunità che ti si presenteranno.

Per farlo devi avere libertà di movimento.

Una volta che hai ottenuto utenti, il tuo sito acquisisce un valore enorme, perché avrai la possibilità di decidere come monetizzare il tuo traffico.

Una volta che gli utenti sono tuoi potrai vendergli i tuoi video corsi, ma anche video corsi di altri o aprirti a nuove forme di monetizzazione.

A prescindere dalla strada che deciderai, considera quanto abbiamo appena detto.

Per chi parte da zero: minima spesa massima resa

Con la lettura di questo articolo spero di averti passato delle informazioni importanti per la creazione del tuo sito di video corsi.

Se sei confuso e non sai da dove partire, il consiglio che mi sento di dare è quello di partire con la soluzione più semplice: sito WordPress e download dei corsi con WooCommerce.

Questo per diversi motivi.

Incomincerai a capire se questo tipo di attività è quello che fa per te.

Se hai già un sito web, espanderlo con WooCommerce per la vendita di video corsi sarà facile e veloce, ma soprattutto avrai già un bacino di utenti a cui proporre il tuo prodotto.

Se non hai ancora un sito, questo è il punto di partenza per cominciare il tuo business online, che ti apre le porte alle infinite idee del marketing online.

Cerca di capire chi è il tuo pubblico e crea prodotti o servizi creati su misura per loro, che siano video corsi, eBook, consulenza o quant’altro ti viene in mente per creare valore che soddisfi tutti: i tuoi utenti e i tuoi guadagni.

– – –

Ora che hai tutti gli elementi per poter valutare la creazione del tuo sito di video corsi, il secondo step sarà la registrazione delle singole video lezioni con ScreenFlow.

Di questo abbiamo parlato nell’articolo Registrare schermo, audio e video con ScreenFlow.

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere la notifica al momento della pubblicazione!

17 commenti
  1. angelo
    angelo dice:

    Grazie
    Letto attentamente l’articolo
    Quello che non capisco è se i video vanno linkati nella pagina o esiste un altro sistema per impaginarli.
    Grazie
    Angelo

    Rispondi
    • Lorenzo
      Lorenzo dice:

      Ciao Angelo,

      prendi un link di un video, per esempio di Vimeo, e incollalo nell’editor normale di WordPress.
      Ora pubblica la pagina e vedrai il video incorporato nella pagina.
      Inoltre in molti costruttori di pagina c’è proprio il modulo video.

      Buona giornata

    • angelo
      angelo dice:

      ok, grazie.
      Quindi la mia idea originale (proprio per vedere se la cosa funziona) di usare una pagina privata e mettere l’articolo in vendita su woocommerce è quella che mi suggerisci.
      Grazie

    • Lorenzo
      Lorenzo dice:

      Ciao Angelo,
      usando WooCommerce puoi vendere prodotti scaricabili digitali.
      Questo significa che quando l’utente compra il tuo video corso riceve un link.
      Questo link punta alla cartella zip sul tuo server dove hai inserito le lezioni del video corso.
      Se vuoi creare una pagina in cui inserisci le lezioni, per esempio utilizzando un modulo tipo linguette o impaginandolo comemeglio credi, allora devi utilizzare un plugin di membership.

      Tramite una membership, utilizzando degli shortcode, puoi indicare all’interno del contenuto quello che, chi ha comprato, può vedere.
      Prova a guardare questo articolo su I Migliori Membership Plugin per WordPress.

      Buona giornata

    • angelo
      angelo dice:

      Grazie davvero Lorenzo: se tutto funzionerà come spero e se mai dovessi avere bisogno di un portale come si deve saprò a chi rivolgermi!
      Buon lavoro e continuate così!

    • Lorenzo
      Lorenzo dice:

      Ciao Angelo,
      grazie mille e in bocca al lupo.

      Il consiglio migliore che ti posso dare è quello di sperimentare, di provare, di non essere statico. Perchè è durante questi momenti che acquisisci sempre più capacità, con la relativa conseguenza di poter gestire il tuo progetto sempre meglio, senza dover dipendere da altre persone, come appunto consulenti programmatori o web master.

      WordPress con i suoi plugin dà la possibilità a tutti, anche a non programmatori, di realizzare quello che vogliono.
      Conosco bene siti creati da non tecnici, solo con i normali plugin, che hanno rendimenti molto più alti di altri siti, magari creati da web agency professioniste.

      Concludo riportanto il pensiero del creatore di Linkedin: “Se quando esci con il tuo progetto non te ne vergogni, allora lo hai lanciato troppo tardi”. Con questo vuole dire di non cercare la perfezione prima del lancio, perché puoi migliorarlo solo nel tempo grazie all’esperienza che maturerai proprio dallo stesso progetto.

      Buona giornata
      Lorenzo

    • angelo
      angelo dice:

      perfetto, grazie.
      Forse sono un po’ tardo e a volte mi rendo conto di subire una certa soggezione da parte della tecnologia. Incollare un link di un video è cosa che già ho fatto e faccio anche grazie ai consigli di webipedia nella costruzione del sito: quello che intendo è come creare una interfaccia tale per cui più video possano essere visualizzati e visti in sequenza e visualizzati in un contesto come, appunto, quello di webipedia.
      Il grande pregio delle video lezioni in questo portale è quello di guidare persone anche come me poco esperte e con poco tempo a disposizione per fare cose “complicate”: ecco, quello che vorrei è proprio capire come realizzare una struttura del genere (sempre che la domanda sia pertinente ovviamente) avendo delle istruzioni passo passo su come pubblicare e disporre e rendere disponibile a certe condizioni (password di ingresso etc) i contenuti video in un portale.
      Probabilmente sto chiedendo troppo, ma sarebbe bello avere un corso (anche pagando) che spiegasse in dettaglio proprio questa situazione.
      Grazie e … spero di non infastidire troppo.

    • Lorenzo
      Lorenzo dice:

      Ciao Angelo.
      Non penso che andremo a fare un corso per creare un sito come Webipedia. Come spiego nell’articolo io sono un programmatore. Tramite programmazione ho creato quello che ho progettato. Un corso in cui ti mostro come si fa questo non ha senso. Anzi si dovrebbe fare un corso di programmazione php, javascript e studiare il framework di programmazione di WordPress.
      E’come se andassi da un chirurgo e gli chiedessi: “mi fai vedere passo per passo come operi il cuore?”. La risposta sarebbe quella di incominciare con il primo anno di università.

      Conscio di questo, però, nell’articolo ho dato delle alternative tramite le quali riuscire ad ottenere ottimi compromessi.
      Quindi la mia domanda è… sei andato a vedere le strade che ho proposto? Cosa ne pensi? Ne hai valutata una in particolare?

      Un sito a Membership?
      Vendere il video corso tramite WooCommerce come prodotto scaricabile?
      Piattaforma esterna?

      Come in ogni progetto “Startup”, inoltre, bisogna fare i conti con il budget. Quindi il mio consiglio è quello di cominciare nella maniera più semplice possibile, per esempio con WooCommrce. Se vedi che il progetto prende la piega giusta, di conseguenza avrai più tempo e budget da investire, magari per paasare a una Membership e perché no, chiedere la consulenza a un programmatore per creare il sio esattamente come lo desideri!

      Buona giornata

  2. Aldo
    Aldo dice:

    Tutto interessantissimo, davvero, ma vorrei sapere burocraticamente cosa comporterebbe l’apertura di un sito web contenente videocorsi. Ci vuole una partita IVA? L’iscrizione alla Camera di Commercio? Insomma… nel dettaglio… quali sono i passi da compiere per poter pubblicare e vendere videocorsi?
    grazie

    Rispondi
    • Lorenzo
      Lorenzo dice:

      Ciao Aldo,

      ogni tipo attività che ti procura del reddito è soggetta a tassazione.
      Può variare a seconda di tanti fattori, come per esempio in quale paese vivi e svolgi la tua attività.
      Comunque, per tutti gli aspetti legali inerenti alla tua idea di business online, ti suggerisco ti rivolgerti ad un commercialista.
      Lui sicuramente ti potrà seguire la meglio.

      Buona giornata

  3. Donatella
    Donatella dice:

    E’ possibile inserire anche delle letture e un test di verifica (previsto per i corsi che richiedono il superamento di una verifica per il conseguimento del diploma)?

    Rispondi
    • Lorenzo
      Lorenzo dice:

      Buongiorno Donatella,

      tutto è praticamente possibile.
      Quello che ti consiglio di fare è prendere carta e penna, così da delineare il tuo progetto, capire tutto quello che ti serve e poi adoperarti per arrivare al raggiungimenti di quello che necessiti.

      Per esempio stai vagliando la possibilità di utilizzare una piattaforma esterna? Allora guardi se tra quelle che stai valutando ne trovi una che da anche questa possibilità.
      Vuoi realizzare il sito in WordPress? Faccio una ricerca per vedere i plugin disponibili per questo scopo.
      Da una rapida ricerca direttamente nella repository di WordPress o in Codecanyon puoi subito notare che ci sono molti plugin dedicati ai quiz.

      Buona giornata

  4. Luca
    Luca dice:

    Sempre ottimi suggerimenti.
    Mai banale… e molto bella l’analisi degli aspetti psicologici oltre che di quelli tecnici.
    Complimenti.

    Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *