Wordpress Membership Plugin

Hai intenzione di realizzare un’area membri per gestire meglio gli utenti del tuo sito?

Per farlo ti occorre installare un Membership plugin.

Perché è così importante un’area membri? A cosa serve?

In un business strutturato, che punta al miglioramento e all’espansione, la possibilità di gestire i tuoi prodotti differenziandone le modalità di vendita è un’incredibile arma per incrementare i profitti.

Allo stesso modo diventa strategica anche la gestione dei tuoi utenti.

Grazie ad un’area membri potrai, ad esempio, proporre del materiale dedicato solo a chi ha già effettuato un pagamento sulla tua piattaforma.

La modalità con cui progetterai la tua, dipende solo dalle tue strategie di marketing:

  • Puoi decidere di dare accesso immediato a tutto il pacchetto di prodotti acquistato dall’utente, esattamente come avviene su Webipedia.
  • Puoi rilasciare le varie parti che compongono il pacchetto con una scadenza regolare, rilasciando un contenuto ogni X giorni, come ad esempio avviene sui seminari online composti da una serie di lezioni.
  • Puoi sviluppare dei programmi di continuità ad abbonamento: chi si iscrive paga una quota mensile e può accedere a tutti i nuovi contenuti che vengono pubblicati durante il periodo della sua iscrizione, come ad esempio fa Elegant Themes.
  • Puoi impostare diversi livelli di memberships in modo che diversi utenti possano avere differenti privilegi.

Detto questo, la creazione di un’area membri risulta abbastanza complessa, per questo motivo la scelta del miglior Wordpress Membership Plugin va ponderata con cura.

In questo articolo analizzeremo i plugin migliori disponibili tra gli oltre 30 degni di nota che si possono trovare in rete.

Tutti offrono svariate soluzioni, ma noi affronteremo la questione analizzando i criteri fondamentali che ti daranno la possibilità di scegliere quello perfetto per le tue esigenze.

Membership Plugin: le caratteristiche indispensabili

#1: Semplicità di utilizzo e velocità di configurazione

Le prime 2 caratteristiche che dobbiamo valutare sono la semplicità nell’utilizzo, quindi una buona progettazione dell’interfaccia e quanto le impostazioni siano veloci da configurare.

#2: Diversi account simultanei

Da tenere in considerazione la possibilità di diversificare le offerte agli utenti in base al loro “grado” di iscrizione.

Potrebbe quindi presentarsi la necessità di gestire diversi account per lo stesso cliente.

Se ad esempio intendi realizzare un sito per vendere video corsi, potresti dare la possibilità, ad un utente che ne acquista uno, di accedere ad altri prodotti per i quali è previsto livello di membership differente.

#3: Upgrades/Downgrades

Se nella tua area membri hai diversi livelli di membership, devi avere anche la possibilità ai tuoi utenti di modificare in maniera semplice il loro “grado di appartenenza”.

#3: Pagamenti

Se vuoi creare una membership a pagamento dovrai integrare sul tuo sito web un sistema di acquisto online.

La soluzione più semplice è sicuramente usare PayPal (da integrare eventualmente con altre piattaforme).

#4: Gestione delle eMail

Quando gli utenti effettuano un pagamento e si iscrivono alla membership, dovranno ricevere via email tutte le conferme e le informazioni necessarie all’accesso.

Dovrai quindi configurare tutte le email automatiche.

#5: Rilascio contenuti a step (dripping content)

Fondamentale, soprattutto per chi gestisce un sito eCommerce, è la possibilità di dividere il prodotto per rilasciarne il contenuto con scadenza regolare.

Gli utenti saranno stimolati a tornare sul tuo sito per acquistare l’uscita successiva.

#6: Integrazioni eCommerce

La maggior parte degli utenti, cerca, oltre alla sicurezza, anche un sito su cui possa fare affidamento, in cui possa sentire di far parte di una comunità ed eventualmente di contribuire alla sua monetizzazione.

Ciò significa anche la possibilità di vendere eBook, libri fisici, T-shirt etc.

Il membership plugin che utilizzerai consente queste integrazioni all’ecommerce?

Abbiamo fin qui visto i più importanti aspetti da considerare per la creazione di un’area membri.

Vediamo a questo punto quali sono i Membership plugin tra i più diffusi.

SiteGround Miglior Hosting

MemberPress

Wordpress Membership Plugin: Memberpress

MemberPress è uno dei più diffusi WordPress membership plugin (e sicuramente tra i migliori in assoluto) soprattutto per la sua semplicità d’utilizzo e d’impostazione che, come abbiamo visto in precedenza, rimane una delle caratteristiche fondamentali soprattutto per utenti non esperti.

Tramite MemberPress potrai controllare quali contenuti gli utenti possono vedere in base al grado di membership o ai prodotti che hanno acquistato.

Ti permetterà inoltre di limitare l’accesso alle pagine, ai messaggi, alle categorie e tag.

Per quanto riguarda i contenuti avrai la possibilità di organizzare la tempistica di rilascio e anche controllare la scadenza degli accessi in modo da negare il login agli utenti che non hanno rinnovato l’abbonamento.

MemberPress si integra con i migliori servizi di gestione email come MailChimp.

Avrai quindi la possibilità di organizzare al meglio tutto ciò che riguarda la comunicazione con i tuoi utenti (autenticazione, supporto tecnico, pubblicità, etc).

Parlando di supporto tecnico, il nostro consiglio è quello di acquistare la Developer Edition che comprende in più anche un supporto d’assistenza prioritario, fondamentale se si parla di un sito eCommerce per il quale, qualsiasi piccolo problema, se non risolto in tempi rapidi, potrebbe costare parecchi soldi.

Un altro punto a favore è la semplicità di connessione con i più diffusi portali di pagamento PayPal, Stripe e Authorize.net (quest’ultimo solo nella versione Developer).

In MemberPress è già tutto integrato e in pochi semplici passi sarai in grado di configurare al meglio la tua sezione vendita.

Sono queste le caratteristiche fondamentali che, abbinate anche al rapporto qualità/prezzo, ci portano a consigliarti MemberPress per la creazione della tua area membri.

Restrict Content Pro

Wordpress Membership Plugin: Restrict Content Pro

Restrict Content Pro è un altro Membership Plugin molto valido, soprattutto per come si integra perfettamente con l’interfaccia utente di WordPress.

E’ molto semplice da utilizzare e da capire in tutte le sue funzionalità.

È già predisposto per integrate molte delle piattaforme che in altri plugin troveremmo solo a pagamento, come Stripe, PayPal, MailChimp, MailPoet, Email Manager CSV Export, e molte altre

Come opzioni di pagamento include gratuitamente Stripe e Paypal, mentre a pagamento sono supportati 2Checkout, PayPal Website Payments Pro, PayPal Express e Stripe Checkout.

Completo di un’ampia documentazione disponibile gratuitamente per tutti gli utenti, è anche provvisto di un supporto professionale via e-mail con tempi di risposta molto rapidi.

Attualmente Restrict Content Pro non offre funzionalità di contenuti rilasciati in un lasso di tempo, ma se non hai bisogno di questa funzionalità, questo è il plugin che potrebbe fare per te.

WooCommerce Membership

Wordpress Membership Plugin: Woocommerce Membership

WooCommerce è il plugin più diffuso al mondo per la realizzazione di uno shop online, tant’è che abbiamo realizzato un corso eCommerce dedicato.

Gli sviluppatori lavorano costantemente per ottimizzare il loro prodotto e per aumentarne e affinarle le qualità.

Quello dell’area membri era un aspetto che non potevano sottovalutare e infatti hanno realizzato questa estensione che, come facile prevedere, ha il grosso vantaggio di integrarsi alla perfezione se si sta già utilizzando WooCommerce.

I metodi di pagamento supportati sono gli stessi di WooCommerce.

Di contro, manca la funzione di abbonamento, per renderla operativa sarai costretto ad acquistare un altro plugin come WooCommerce Subscriptions.

Wishlist

Wordpress Membership Plugin: Wishlist

Anche Wishlist si è guadagnato notevole popolarità tra gli utenti, perché comprende tutte le funzionalità essenziali che abbiamo elencato:

  • Creazione di diversi livelli di membership e di diverse tipologie di membership (come i periodi di prova, gratuiti ecc.).
  • Gestione dei singoli iscritti.
  • Dripping content.
  • Impostazione di diversi livelli di visibilità.
  • Possibilità di mostrare solo una parte dei contenuti a chi non è iscritto al servizio con richiesta di pagamento per visualizzare il resto.

Chiaramente tutti i principali sistemi di pagamento sono integrati e funzionano perfettamente.

Non è uno dei più semplici da configurare, e sicuramente ti richiederà qualche ora di lavoro, ma al termine ne avrai installato uno dei migliori in assoluto.

MemberMouse

Wordpress Membership Plugin: Membermouse

MemberMouse è un membership plugin fornito con 3 diversi piani di abbonamento, è un’ottima soluzione per chi decide di testare nel tempo se l’area membri è profittevole per il proprio business.

Si parte infatti da un piano fino a 1000 membri per poi poter salire di livello man mano che gli iscritti aumentano.

Tutti i membri possono essere raggruppati secondo un numero illimitato di livelli di adesione.

Utilizza un sistema di shortcode per determinare quali contenuti possono essere visti e da chi.

È possibile creare pagine My Account che permettano agli utenti di essere autonomi, aggiornare la carta di credito, cambiare i propri livelli di appartenenza e automatizzare alcune delle attività di assistenza cliente.

Paid Memberships Pro

Wordpress Membership Plugin: Paid Membership Pro

PaidMemberships Pro è un membership plugin che viene rilasciato anche in una versione base gratuita disponibile per il download.

Ha caratteristiche molto limitate, ma ti dà un’idea su come funziona il software, anche perché dobbiamo dire che la full version a pagamento non è di semplicissima intuizione e per impostarlo ci vorrà parecchio tempo per la maggior parte degli utenti.

Nella versione free supporta già molti portali di pagamento come PayPal, Stripe, Authorize.net, Braintree, 2Checkout, e Cyber Source, mentre nella versione a pagamento potrai trovare plugin che consentono di connettersi altri servizi più diffusi come MailChimp, Constant Contact, Infusionsoft, Slack, etc.

PaidMembership Pro possiede una vasta gamma di estensioni, tra le quali i dripping content, link di monitoraggio, programma di affiliazione, prezzi variabili, etc.

Se si vogliono però utilizzare tutte le funzioni del plugin sarà necessario acquistare il pacchetto Plus, che ha un ampio set di integrazione, estensioni, e caratteristiche che lo rendono una soluzione completa per un sito Web a regola d’arte.

Conclusioni

In questo articolo abbiamo analizzato i migliori WordPress Membership plugin, elencandone, caratteristiche, pregi e difetti.

A nostro avviso il migliore attualmente sul mercato rimane Memberpress, ha sicuramente tutte le funzionalità che potrai richiedere e, sia a livello economico che di impostazioni, è davvero alla portata di tutti.

Quello che ti consigliamo, è di provare quelli che ti sembrano validi sfruttando i giorni di prova gratuita che praticamente tutti mettono a disposizione.

Quando avrai trovato il plugin che ti soddisfa sarai pronto per costruire la tua area membri e massimizzare i tuoi guadagni.

Se hai un dubbio o una domanda, scrivila nei commenti qui sotto.
Ti risponderemo in brevissimo tempo!

23 commenti
  1. Giovanni
    Giovanni dice:

    Salve ragazzi,
    avrei bisogno di un vostro consiglio sulla scelta di una piattaforma per video corsi (una realtà per me nuova) più funzionale (secondo la vostra esperienza).

    Premessa: un cliente A (B2B) acquista da noi un pacchetto composto da X video (registrati). Il cliente A, essendo un grossista, può vendere il pacchetto video ai SUOI clienti B, C, D etc. etc.

    Noi avremmo bisogno di una piattaforma in grado di:
    – Fare in modo che il Cliente A possa acquistare un tot. di pacchetti da poter rivendere ai suoi Clienti B, C, D.
    – Ogni pacchetto deve avere un accesso unico ed esclusivo (es. il cliente B e solo il cliente B può accedere a quel pacchetto)
    – Il cliente A che vende il pacchetto video al suo cliente B gli passa un codice/autorizza accesso alla piattaforma: e qui il cliente B potrà godersi i video che ha acquistato.

    Quindi non parliamo di acquisto diretto sulla piattaforma (chi accede deve essere abilitato e, per essere abilitato, deve aver acquistato “offline”).

    Qualcuno mi ha consigliato di utilizzare Learndash in accoppiata con un plugin di membership, ma non so se sia la soluzione migliore. Sono aperto anche a piattaforme esterne (non costosissime!).

    Spero di essere stato chiaro! 😊

    Grazie in anticipo per il vs preziosissimo feedback!

    Rispondi
    • Lorenzo
      Lorenzo dice:

      Ciao Giovanni,
      mi dispiace, ma per quello che chiedi, essendo richieste specifiche particolari, ci di dovrebbe mettere a tavolino e fare progettazione.
      Valutare le possibilità che si hanno con software già esistenti. Fare dei test con diverse soluzioni. Vedere i compromessi dell’uno e dell’altro. Capire dove si deve internvenire con la programmazione ecc…

      Buona giornata

  2. Emanuele
    Emanuele dice:

    Vabbe io vorrei guadagnare l’open source è secondo piano. Per quanto riguarda i video con abbonamenti è ovvio che voglio fare ogni mese i video non vado mica a mostrare tutto se no addio abbonamento.

    Rispondi
  3. Emanuele
    Emanuele dice:

    Salve con il concetto membership si può mettere gli approfondimenti? Ma per farsi conoscere come webmaster cosa bisogna fare? Sarebbe buono fare i videocorsi, manuali e approfondimenti con abbonamento? Ho pensato di fare anche template e plugin però ho paura di essere violato il copyright.

    Rispondi
    • Lorenzo
      Lorenzo dice:

      Ciao Emanuele,
      con “Salve con il concetto membership si può mettere gli approfondimenti?” non ho capito molto cosa intendi.

      Come modello di business per la formazione online, quello ad abbonamento è largamente utilizzato. Fra le prime piattaforme di e-learning molte erano e sono ad abbonamento. Tieni però presente che devi dare qualcosa di nuovo ogni mese oppure avere così tanti video che gli utenti possono studiarne di diversi per mesi.

      Se sai fare temi e plugin, allora sicuramente sai cosa sia l’open source. Così come saprai che WordPress stesso, così come molti plugin, sono open source. Quindi quando dici “ho paura di essere violato il copyright” non vedo molto il problema. Fai un giro su Github e potrai vedere come oramai la maggior parte del codice è a disposizione del mondo.

      Se intendi fare questi prodotti, allora il supporto sul cliente è quello che fa la differenza, quello per cui un cliente verrà comunque da te a comprare il prodotto perché sa che avrà anche il supporto.
      Inoltre la maggior parte degli utenti non entra nel codice per copiartelo, ma sono semplici utilizzatori del prodotto.
      Un sistema di registrazione del prodotto per riceverne gli aggiornamenti è un altro buon motivo per comprare un prodotto piuttosto che scaricarlo da qualche parte. Gli aggiornamenti per i prodotti internet, soprattutto per quello che concerne la sicurezza, sono un must e non avere un plugin aggiornato è pericoloso. Questo ormai lo sanno tutti gli utenti ed è per questo che è un mercato molto attivo, così che ci sono intere aziende che basano un intero business su un solo plugin o tema.

      Buona giornata

  4. Leonardo
    Leonardo dice:

    Ciao !
    Quale plugin avete usato per costruire l’area membri di Webipedia ?
    Perchè non fate un bel corso su come creare un’area riservata come la vostra ?
    Io la comprerei ad occhi chiusi.

    Rispondi
  5. Alessandro
    Alessandro dice:

    Ciao Gianluca, vorrei creare un sito in wp dove do la possibilità di comprare un account che da accesso a un area dove ci sono video corsi, comprandolo vorrei che in automatico il wp generi una user e pass che il cliente riceve in automatico dopo il pagamento. Sono nell articolo giusto ? per esempio Paid Memberships Pro ( add on di woocommerce ) da questa possibilità ?

    Grazie mille

    Rispondi
  6. Liliana
    Liliana dice:

    Buongiorno Gianluca,
    grazie per il consiglio. Ho letto l’articolo sui plugin per affiliazione o meglio WordPress Membership plugin. Ti chiedo se questi plugin sono adatti anche per creare un’area riservata semplicemente per offrire contenuti agli iscritti, cioè non voglio vendere nulla, ma solamente rendere dei contenuti visibile solo alle persone che decido di invitare a visitare il blog e in particolare questa sezione. Quello che vorrei è poter inviare una password e una user agli utenti da me scelti che semplicemente devono inserire in un form per entrare nell’area “segreta”.
    Grazie mille, a presto.
    Liliana

    Rispondi
    • Gianluca
      Gianluca dice:

      Ciao Liliana,
      si, con questi plugin puoi creare diversi livelli di complessità, compresa la funzionalità che ti serve, quindi con registrazione e accesso ad un’area riservata.

      Se il tuo obiettivo è quello di proteggere il contenuto di una sola pagina con una password che crei tu, puoi anche evitare di utilizzare un plugin, ma sfruttare le funzionalità base di WordPress.

      Quando crei una nuova pagina infatti, nel pannello in alto a destra trovi l’opzione Visibilità.

      Se apri il menu a tendina puoi selezionare Protetto da Password.

      Quando si visita la pagina, apparirà un semplice form e tutti quelli che hanno la password che hai creato, potranno visualizzare il contenuto.

      Buona giornata

    • Liliana
      Liliana dice:

      Grazie mille Gianluca,
      proverò senz’altro con WordPress e poi tenterò anche con un plugin!!

  7. Marcello
    Marcello dice:

    Salve, articolo fantastico! Io avrei una domanda però: invece di creare un’area membership come posso creare un sistema che, fornendo un codice univoco al cliente, possa scaricare delle foto o dei contenuti collegati a quel codice. Un esempio è il sito espera.oragiovane.it dove, dopo esserti registrato e avendo inserito il codice del sussidio, puoi scaricare i file associati a quel codice univoco. Vorrei realizzare tutto con wordpress ma non so come fare.
    Grazie per l’aiuto e complimenti per il sito

    Rispondi
    • Lorenzo Novia
      Lorenzo Novia dice:

      Ciao Marcello,
      benvenuto in Webipedia.

      Devo capire una cosa. Ogni utente può avere diversi codici, ognuno dei quali corrisponde a un gruppo di immagini?
      Oppure ogni utente ha un codice solo?

    • Lorenzo Novia
      Lorenzo Novia dice:

      Allora se ogni utente ha un solo codice, non serve altro, perché è lo user dell’utente il codice stesso.

  8. Luca
    Luca dice:

    Come sempre ottimo articolo, chiaro, esaustivo ma soprattutto che spiega la filosofia che sta alla base dell’utilizzo di una famiglia di Plugin in.
    Mi permetto di sottolineare un plus di Restrict content Pro, la versione One time payment che è vero che costa 499$ ma essendo lifetime in 5 anni nel peggiore dei casi hai recuperato l’investimento, sempre che, come dice Gianluca risponda alle nostre esigenze.
    Buona giornata

    Rispondi
  9. massimiliano
    massimiliano dice:

    Ciaoo
    Come posso creare un sito come il vostro ? intendo con i video corsi cosi come li avete messi voi ?
    ce un plugin o tutorial o corso ?
    noi siamo un accademia online streaming… ma se guardo questo sito ,noi ancora siamo al paleoliticooo hahaha
    Attendo tue ?
    Grazie :))

    Rispondi
    • Lorenzo
      Lorenzo dice:

      Per realizzarla ho utilizzato WordPress e WooCommerce. Il resto è programmato ad hoc secondo le necessità che abbiamo incontrato in fase di progettazione.

      Detto questo, però, per realizzare un buon prodotto analogo, anche i non programmatori hanno gli strumenti per poterlo fare.

      Ti serve logicamente sapere utilizzare bene WordPress e gestire i temi avanzati, come Divi, piuttosto che Enfold (quello che abbiamo utilizzato noi per Webipedia).

      Il corso che ti suggerisco è WordPress 360.

      Poi ti serve un plugin di membership il cui obbiettivo è quello di rendere visibili le pagine solo agli utenti che hanno l’abbonamento. In questo articolo ne abbiamo citati un po’.

      Per i video puoi utilizzare vimeo Pro che ti permette di rendere visibili i tuoi video solo sul tuo sito, renderli non visibili su vimeo e non permettere l’importazione su altri siti.

      o se no utilizzare, se non volete fare un sistema ad abbonamento, un plugin come easy digital download.

      Buona giornata!

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *