Quante email finiscono nella tua cartella dello spam ogni giorno? Buona parte di queste è stata mandata da persone che – come te – vogliono promuovere la loro attività. Qual è stato il loro errore? Non informarsi su quali siano le più importanti cose da sapere sull’email marketing, a cui noi abbiamo riservato un Video Corso specifico, dedicato al potente strumento di creazione Newsletter MailChimp.

L’email marketing è una delle pratiche pubblicitarie più efficaci per restare in contatto con i propri clienti e per acquisirne di nuovi. Rispetto ad altri canali, rende possibile un approccio più personale in quanto li raggiunge direttamente nella loro casella di posta elettronica. Ma questa è un’arma a doppio taglio.

Infatti, proprio perché ricevuto in una sfera così personale, per essere accettato positivamente (e dunque per funzionare) l’email marketing deve essere accattivante e rispettare delle regole ben precise. In questo articolo ti dirò quali sono le 3 cose da sapere sull’email marketing.

#1 il 69% dei destinatari contrassegna un’email come spam basandosi solo sull’oggetto.

Come avrai capito il titolo di un’email è uno dei fattori che ne determina maggiormente il successo. Per questo è opportuno scegliere sempre un oggetto di qualità, che incuriosisca senza essere banale e senza destare sospetti di spam. Insomma, un oggetto che convinca chi lo legge ad aprire immediatamente l’email.

Ecco alcuni consigli.

  • Fai trasparire subito quale sia il benefit.
  • Tieniti sempre sotto i 50 caratteri (5-8 parole).
  • Evita le parole “gratis”, “regalo”, “free” e simili: non vanno per niente d’accordo con i filtri antispam.
  • Inserisci un riferimento geografico mirato, ad esempio la città di chi riceve l’email.
  • Non usare mai “FW” o “RE”.
  • Evita formule inflazionate o misteriose come “Non ci crederai ma…”.
  • Inserisci un numero, per esempio una lista delle “10 cose …”.
SiteGround Miglior Hosting

#2 chi riceve l’email deve essere in grado di cancellarsi dalla newsletter facilmente.

Non importa quanto impegno tu investa nell’inviare email di qualità e che rispettino tutte le regole: ci sarà sempre qualcuno che non vuole riceverle. Non prenderla sul personale, non demoralizzarti e soprattutto non forzare la tua newsletter sugli utenti.

I tuoi abbonati devono avere la possibilità di cancellarsi dalla mailing list con un solo click, senza difficoltà e clausole. Inserisci sempre un link per farlo in fondo alle email, fai in modo che non richieda troppi passaggi e rendi effettiva la cancellazione entro e non oltre 10 giorni.

Oltre al rispetto per i tuoi utenti è in gioco l’efficacia della tua mailing list: non ti serve a niente indirizzare i tuoi sforzi a persone che non sono interessate. Per questo ti consiglio di controllare costantemente quali persone non aprono le tue email (attraverso le statistiche) e di toglierle dalla lista.

#3 ogni anno sempre più email sono visualizzate su dispositivi portatili.

MailChimp per email mobile

Il ruolo giocato dalla compatibilità della tua newsletter con i dispositivi portatili è senz’altro tra le più importanti cose da sapere sull’email marketing. Oggi circa il 50% delle email ricevute viene aperto su smartphone o tablet, e questo dato crescerà sicuramente nel corso degli anni a venire. Per questo l’email marketing deve essere concepito a monte parallelamente per tutte le piattaforme.

Assicurati di inviare email pubblicitarie con un design reattivo, ovvero che sia perfettamente adattabile a qualsiasi dispositivo possa essere usato per la lettura. Con lo strumento di MailChimp questo test è davvero facile da realizzare, permettendoti di valutare l’anteprima della visualizzazione newsletter da mobile prima di procedere all’invio definitivo.

Quelle che hai letto sono le 3 cose da sapere sull’email marketing più importanti. Mettile in pratica da subito e molto presto noterai un miglioramento nel successo della tua newsletter.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.