SEO: articoli distribuiti su più pagine

Domande & RisposteCategoria: Corso SeoSEO: articoli distribuiti su più pagine
Lo sapevi che i nostri studenti hanno il supporto gratuito per 6 mesi?
Questa sezione Domande e Risposte non viene più utilizzata. Per domande di supporto scrivi direttamente nel campo che trovi sotto ogni video lezione.

Vai ai video corsi

Andrea ha scritto 3 anni fa

Ciao ragazzi, non ho mai avuto occasione di complimentarmi con voi per il servizio che offrite, grazie a voi ho guadagnato un sacco di tempo!

Scrivo qui pubblicamente perché non ho ancora trovato una chiara risposta e, sono certo, aiuterà più di qualcuno.

Premesso che mi sono studiato tutto il vostro corso SEO, WP base, avanzato, ecc.. vi chiedo:

Voglio condividere sul sito eticonetwork.it (realizzato con un amico grazie a voi) un contenuto molto ampio e importante, suddiviso in otto punti pubblicati ogni tre /quattro giorni.

Considerato che sul web ho incontrato parecchi post formati da più pagine, per capirsi hanno un pulsante “continua” o “successivo” oppure ancora tipo “<- precedente 1 di 12 successivo ->”.

Come devo comportarmi riguardo la SEO?

  • 8 articoli differenti con differenti parole chiave sulla stessa categoria? che si linkano tra loro?
  • una pagina che con link agli otto punti?
  • un unico articolo di 8/9000 parole a cui aggiungo un punto alla volta?
  • uso sempre la stessa parola chiave? (immagino di no)

mi ripeto, l’argomento è uno “come scegliere il miglior network marketing”, gli otto punti sono esattamente le cosa da vedere per non inciampare in bidonate, potrebbero avere differenti parole chiave, tuttavia il focus sta nel titolo.

ti ringrazio anticipatamente,
buona giornata,

Andrea.

0 Risposte
Lorenzo Staff ha risposto 3 anni fa

Ciao Andrea,
grazie per i complimenti e per l’interessante domanda.

Partiamo ad affrontare l’argomento lato usability, ovvero dal punto di vista dell’utente e domandiamoci quale sia il modo, nel tuo caso specifico, per dare un servizio migliore – non scordandoci del fatto che l’algoritmo di Google e dei motori in generale cerca sempre di premiare contenuti validi per l’utente.

Visto che parliamo di 8000 parole non c’è dubbio che hai del contenuto, mentre, molti siti che utilizzano la paginazione per lo stesso articolo, lo fanno inserento pochi paragrafi per pagina. Lo scopo è quello di ottenere page view, così da potere presentare più banner. Infatti, se ci hai fatto caso, praticamente tutti i siti che usano questa tecnica basano la loro monetizzazione sulla pubblicità.

Passare da una pagina all’altra – penso che questo sia condivisibile da tutti – non è comodo come avere tutte le informazioni in un unica pagina, ma non in tutte le circostanze.

Infatti se l’argomento che tratti, oltre ad avere un alto numero di parole, è suddivisibile in più sezioni, ognuna targhettizzabile con una keyword differente, allora puoi pensare di fare un articolo “multi serie” e dare all’utente, per ogni pagina, un conteunto esauriente su un determinato punto. Fra quest pagine, inoltre, dovrai creare una struttura di link interni, con Anchor Text mirati sulle keyword, così da dare una logica ben stabilita e fare individuare, sia all’utente che ai motori, che quegli articoli sono legati fra di loro.

Puoi mettere i link sia nel contenuto, o magari, per rendere la navigazione più facile all’utente, inserire i link al successivo e precedente articolo.

Per aiutare ulteriormente l’utente, inoltre, puoi inserire una sorta di indice a inizio pagina, così da permettergli di saltare alla parte di suo interesse nel caso cercasse una cosa specifica. Questo lo puoi fare anche se fai un articolo monopagina, inserendo i link alle varie sezioni, come le titolazioni, in questo modo.

<a href="#capitolo2">Anchor Text</a>

è il link che punterà a questo titolo

<h2 id="capitolo2">Capitolo 2</h2>

Una volta premuto vedrai la pagina scrollare fino al titolo Capitolo 2.

Se scegli di spezzare l’articolo in più pagine, restando sul tuo esempio di 8000 parole, non ne farei più di 3 – così da avere un buon numero di parole per ognuno – ma ricordati che devi targhettizzare parole chiave differenti.

È “non logico”, invece, se hai una parola chiave sola, spezzare l’articolo in più pagine. Basta pensare solo ai backlink. Sai quanto siano importante per il posizionamento, quindi avendo 3 pagine che lottano per la stessa keyword, andresti a distribuirli, perdendo così l’effetto che avresti inserendoli solo su uno.

Detto questo, il numero ideale di parole per articolo non è legge. Ognuno ha la sua opinione a riguardo. Certi guro dicono una cosa, altri un’altra, certi dicono 2000 parole, altri dicono non oltre le 2500 ecc… Per quanto riguarda la mia esperienza, gli articoli lunghi, completi, esaurienti… pagano! Anche quelli super lunghi – delle mini guide – da 8000 parole.

Mi concentrerei quindi a farne uno solo, con le 8000 parole che hai a disposizione. Studia bene la keyword, fai l’analisi delle ricerche e della competition. Poi fai un articolo “storico” e lavora su quello. Aggiornalo con il tempo, implementalo a seconda del feedback degli utenti.

Se sceglierai questa strada, considera anche il tempo di caricamento della pagina, soprattutto per i mobile. Essendo molto lunga, magari con molte immagini, sicuramente impiegherà più tempo a caricarsi che non un articolo striminzito con 200 parole.

L’argomento è molto interessante. Lo metteremo in un prossimo aggiornamento del corso SEO, così da potere scendere maggiormente nei dettagli anche tecnici e avere il quadro completamente chiaro.

Intanto spero di esserti stato d’aiuto.

Buona giornata,
Lorenzo