In questa lezione vedremo il processo per acquistare un piano di hosting perfetto per le tue necessità.

Come provider abbiamo scelto SiteGround, poiché ad oggi, fornisce in assoluto il miglior servizio hosting disponibile sul mercato, infatti è lo stesso servizio che usiamo per Webipedia, e per tutti i nostri progetti.

Per procedere con la lezione Clicca qui per andare su SiteGround

SiteGround è un colosso mondiale arrivato anche nel nostro paese con la nuova versione in italiano.

Investe moltissimo in innovazione e per assicurarsi le più avanzate tecnologie per massimizzare velocità sicurezza e performance.

Utilizza strumenti come il cPanel che permettono l’installazione di un sito in pochi click e tutta la gestione del nostro hosting, compresa l’email, senza dover essere degli esperti del settore.

Altro punto di forza è il supporto. Non ne abbiamo mai incontrato uno migliore.

Dall’altra parte, 24 ore su 24, troverai sempre un tecnico italiano gentile, disponibile e pronto a rispondere ad ogni domanda, a seguirti nei vari processi e ad intervenire in caso di problemi.

Niente code o attese, si preme il pulsante della chat e nel giro di pochi secondi siamo già in linea diretta con un assistente Siteground.

Non vuoi usare la chat? Scrivi un ticket all’assistenza, e riceverai la risposta nel giro di pochi minuti.

Chi lavora in questo settore, conosce bene il valore di un servizio come questo e sa, che non ha prezzo.

Piani Hosting di SiteGround

Ci sono diversi pacchetti, pensati per tutte le esigenze e strutturati per dare il miglior rapporto qualità prezzo.

Passare da un piano all’altro, nel caso il tuo sito richiedesse servizi differenti, non è un problema e anche in questo caso, non comporta nessuna competenza tecnica.

Siamo ora sulla home page di Siteground. Dal menu in alto potrai decidere il tipo di servizio che preferisci.

Se sei all’inizio procedi pure con Shared Hosting: ne hai a disposizione 3: StartUp, GrowBig e GoGeek.

Il primo, lo dice la parola stessa, è ideale per chi sta cominciando da zero on la costruzione del proprio sito o blog.

Consente di gestire un sito web e mette a disposizione 10 gb di spazio, che sono abbondantemente sufficienti anche per siti grandi come Webipedia.

Esplorando tra le features puoi notare che avrai:

  • Registrazione del dominio gratuita.
  • Supporto 24ore su 24, 7 giorni si 7.
  • Illimitato numero di email.
  • Altre fondamentali funzioni per avere un servizio di alto livello.

Inoltre, servizio non da poco, se possiedi già un sito e lo vuoi trasferire su SiteGround, saranno i loro tecnici ad occuparsi di tutto, evitandoti le procedure di trasferimento dei file e degli eventuali database.

In più, come tutte le aziende che credono nel loro prodotto, ti risarciscono tutto l’importo se dopo 30 giorni non sarai soddisfatto del servizio.

Infine offrono il backup giornaliero di tutto il tuo account. In questo modo, se per caso il tuo sito dovesse avere qualche problema, potrai recuperare in pochi click una versione precedentemente salvata.

Le altre soluzioni offrono logicamente dei servizi aggiuntivi.

Con GrowBig possiamo gestire, con un solo servizio, diversi siti web.

Questo significa per esempio, che se se hai scarpecalcio.it e villaggivacanze.com puoi ospitarli entrambi su GrowBig senza dover comprare un altro spazio di hosting.

Ha tutte le funzionalità del pacchetto precedente, ma anche delle premium features, come 30 copie di backup a disposizione e ulteriori funzioni automatiche per rendere il tuo sito ancora più veloce.

Per ora non serve prendere in considerazione la terza proposta, perché, se stai cominciando oggi, è sicuramente sufficiente una di queste appena viste.

Registra Dominio e Hosting

Procediamo con la registrazione del tuo dominio scegliendo il piano StartUp.

Se hai già un dominio con un altro provider, allora scegli I already have a domain e inseriscilo nel campo dopo il www.

Come vedi il trasferimento è gratuito.

Nel nostro esempio vogliamo registrare un dominio partendo da zero, quindi scelgo di nuovo la prima opzione e inserisco un dominio di prova per farti vedere tutto il processo.

Partiamo con il caso in cui, il nome che abbiamo scelto, sia già registrato e quindi di proprietà altrui. Inseriamo per esempio Google e premiamo Proceed.

Ecco che appare l’avviso che ci aspettavamo, il dominio non è disponibile, quindi SiteGround ci propone delle alternative.

Se nessuna di queste dovesse essere di tuo gradimento, allora dovrai provare a fare una nuova ricerca con nomi e TLD differenti, fino a che non riuscirai a trovare il nome dominio disponibile.

I TLD che potrai registrare gratuitamente sono quelli più popolari, evidenziati nella finestra.

Nel momento in cui il nome è disponibile vieni automaticamente mandato allo step 3, in cui andrai ad inserire i dati richiesti: Nome, Cognome, Email, città, indirizzo, codice cap e numero di telefono.

Poi se possiedi un’azienda e vuoi regolare fattura puoi anche inserire i dati societari e la partita iva.

Scegli una password per il tuo account e cerca di renderla sicura come mostrano i suggerimenti, quindi: di una lunghezza tra i 6 e i 50 caratteri, che contenga almeno una lettera (meglio con qualche maiuscola), un numero e un carattere speciale.

Mi raccomando assicurati che il sistema ti dia l’ok con tutti gli indicatori verdi per avere la massima certezza che la tua password sia sicura.

Puoi anche scegliere combinazioni di lettere assolutamente senza senso, perché garantiscono un livello di protezione superiore, la cosa importante è salvarsi quello che si digita su un foglio di testo.

Inserisci nuovamente la password come conferma.

Più in basso dovrai compilare un campo con la tua città e nazionalità e dovrai indicare a quale categoria appartieni.

Quindi Azienda, libero professionista organizzazione no profit, ente pubblico o altro.

Inserisci infine il tuo codice fiscale e passa alle impostazioni di pagamento.

Completa il tuo ordine su SiteGround

Nella prossima scheda, dopo aver inserito i dati della tua carta di credito sei pronto per consultare il resoconto del tuo ordine.

Puoi vedere il tipo di piano scelto ed eventualmente cambiarlo premendo sull’icona.

Da cui puoi modificate il data center, ovvero la locazione fisica del server. Se i tuoi utenti sono in Italia o in europa, allora ti consigliamo Amsterdam o Londra.

Da questo menu a tendina, invece, decidi per quanto tempo vuoi approfittare della promozione. Se vuoi pagare soli 3.95 al mese per tre anni, allora dovrai pagarli tutti su questo primo acquisto.

Noi, per fare questa video lezione come esempio, scegliamo il trial.

Nella sezione Extra Services ci sono altre informazioni aggiuntive.

Alla voce Domain registration le condizioni del nostro dominio, e le specifiche della promozione.

Poi abbiamo due funzioni aggiuntive, la prima è la Domain Privacy.

Infatti devi sapere, che quando si compra un dominio, il tuo nome, come proprietario, è pubblico. Ovvero se qualcuno vuole sapere chi è l’intestatario del dominio esempio.com può saperlo.

Basta andare sul sito whois.net o simili e fare la ricerca.

C’è da dire che per i domini .it è obbligatorio che il proprietario sia pubblico, quindi possiamo anche deselezionare questa opzione.

Lo stesso, ti consiglio di fare se rappresenti una società, che vuole mostrare i suoi dati reali nel caso qualcuno faccia una ricerca, e non un’email mascherata come quando abbiamo la domain privacy attiva.

La seconda funzione è HackAlert Monitoring.

Questo è un servizio tramite il quale vengono scansiti giornalmente i file del tuo sito e, nel caso venisse trovato del codice maligno, riceveresti una notifica immediata dell’accaduto.

Attenzione però: avere questo servizio attivo non vuol dire essere immuni da attacchi hacker, ma è solo un lavoro di scansione.

Il modo migliore per proteggersi è fare gli aggiornamenti di WordPress e avere i backup completi del nostro account, come spiegato nelle nostre video lezioni, così come installare temi e plugin affidabili.

Siamo pronti per cliccare sul tasto di conferma e procedere all’acquisto del nostro dominio.

Il sistema ci avvisa che abbiamo ricevuto delle email, vediamole subito nel dettaglio:

La prima è la ricevuta dell’acquisto appena effettuato.

Poi troviamo la mail che avvisa della registrazione del dominio, in questo caso arriva dal registro italiano nic.it, ma a seconda del TLD che sceglierai potrebbero arrivare da altri enti e potrebbero anche essere più di una.

Poi abbiamo un’ultima mail di conferma ordine di SiteGround che contiene la username che dovrai utilizzare per accedere sul loro sito.

Nella prossima lezione vedremo come accedere al pannello di controllo del tuo spazio hosting e, grazie agli strumenti che Siteground ci mette a disposizione, installare WordPress con un semplice click.

Hai una domanda su questa lezione?

Accedi al video corso

Corso Wordpress Gratis

Inizia il Corso di WordPress GRATIS!

Inserisci nome ed email per avere l'accesso gratuito alle prime lezioni del corso. Impara a costruire da solo il tuo sito web!

Ci sei quasi! Ti abbiamo mandato un'email per confermare il tuo indirizzo di posta.

Pin It on Pinterest